Boston Celtics@Philadelphia 76ers 102-92: Kyrie vince la prima, Tatum supera Fultz

I Boston Celtics trovano la prima vittoria della loro stagione e lo fanno a Philadelphia, contro i 76ers che durano soltanto fino all’ultimo intervallo. Kyrie Irving e soci hanno la meglio solo con un finale in crescendo e grazie ad una difesa che farà la differenza.
Partenza alla pari, con gli attacchi che danno spettacolo e le difese che lasciano a desiderare. Irving muove i fili della giostra bianconere, mentre dall’altra parte è Redick ad inaugurare la serata con un paio di triple che accendono il Palazzo. I Celtics chiudono avanti 24-21 nel primo quarto, ma dopo il primo intervallo sono i Sixers a capovolgere la situazione: dal -8 al 37 pari (con tripla ancora di Redick che chiuderà a 19). Il primo vantaggio lo segna Simmons a 39” dal termine e i padroni di casa vanno al riposo sul 50-46.

La sfida tra cookie tra Tatum (15) e Fultz (6) se l’aggiudica il primo, ma nel terzo quarto è ancora Phila a tenere la testa davanti. Saric ci mette i centimetri, Embiid colleziona 14 rimbalzi oltre gli 11 punti, la tripla di Covington spinge i Sixers fino al +9. Ma proprio mentre Boston vede all’orizzonte la terza sconfitta di fila, i bianconeri trovano la forza per rialzarsi: Rozier diventa un fattore su entrambi i lati e i Celtics chiudono ‘solo’ a -3 all’ultimo intervallo.
Nella quarta frazione Phila scompare: l’avvio degli ospiti è travolgente, Horford alza l’intensità sotto le plance e sigla la tripla del sorpasso (82-80). La tripla di Larkin manda virtualmente i titoli di coda e Phila si ritroverà a -10 negli ultimi secondi, arrendendosi al 102-92 di Boston e alla seconda sconfitta stagionale.

BOSTON – Brown 9, Horford 17, Irving 21, Tatum 15, Baynes 10, Rozier 14, Larkin 10, Bird 3, Thais, Nader, Yabusele 3.

PHILADELPHIA – Simmons 11 e 11 reb, Redick 19, Bayless 18, Embiid 11 e 14 reb, Covington 12, Saric 9 e 10 reb, Fultz 6, Luwawu-Cabarot 2, McConnell 4, Johnson.

 

 

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Arpaia Napoletano classe ’91, da sempre malato di NBA. Giurista e pubblicista, crede in un solo Dio: Rasheed Wallace. Tutto il resto è Jordan. Fondatore di NBA24.it.