Prima gioia per OKC, i Warriors continuano a vincere. Continua la crisi dei Wizards

È tempo di partite domenicali per l’NBA, con quattro sfide in programma decise in nottata per questo inizio di stagione sempre ricco di sorprese. Arriva infatti la prima vittoria stagionale degli Oklahoma City Thunder, che dopo un avvio da incubo con quattro sconfitte consecutive, riescono finalmente a smuovere la loro classifica nella sfida casalinga con i Phoenix Suns. Oltre ai soliti Russell Westbrook e Paul George, serata da protagonista per l’ex 76ers e Mavs, Nerlens Noel, che mette a referto 20 punti, arricchiti da 15 assist. 

Sesta vittoria in stagione e quarta consecutiva invece per i pluricampioni NBA, i Golden State Warriors, che la spuntano nella trasferta di Brooklyn dopo una sfida più equilibrata di quanto si potesse prevedere alla vigilia. Ennesima prestazione devastante in questo ottobre da incorniciare per il 2 volte MVP Steph Curry, che con 7 triple realizzate guida i suoi al successo, arrivando a 35 punti complessivi. A rispondere colpo dopo colpo fino al finale amaro è l’ex scelta dei Lakers D’Angelo Russell, leader offensivo dei Nets che risponde a Curry con i suoi 25 punti nella sfida della back court. 

Vittoria anche per gli Utah Jazz, che nonostante un’ostica trasferta in una Dallas che sembra aver ritrovato una quadratura dopo le ultime stagioni, riescono a neutralizzare il talento di Luka Doncic e prevalere grazie alle classiche giocate di Gobert, Ingles e Mitchell. Tutto facile infine per i Los Angeles Clippers, che dilagano allo Staples Center spazzando via i Washington Wizards, sempre più in crisi in questo avvio ed arrivati alla quinta sconfitta in sei partite. 

Golden State Warriors @ Brooklyn Nets 120-114

Utah Jazz @ Dallas Mavericks 113-104

Phoenix Suns @ Oklahoma City Thunder 110-117

Washington Wizards @ Los Angeles Clippers 104-136

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author

Vincenzo Florio Nato a Napoli nel 1994. Laureando in Giurisprudenza e aspirante giornalista, fondatore di Nba24.it e firma di WorldOfWrestling.it. Diviso agonisticamente tra The Beard e Paul George, il cuore resta solo di Steve Nash.