NBA Recap, cadono i Raptors a Portland, continuano a volare Nuggets e Pacers

Nottata ricca di partite in NBA, con risultati a sorpresa e tanto spettacolo nelle nove sfide in programma. Si parte senza dubbio dalla sfida d’alta quota della Western Conference, che vedeva i Denver Nuggets contrapposti agli Oklahoma City Thunder. A spuntarla sono gli uomini del Colorado, che proseguono nel loro straordinario percorso di regular season, confermandosi in vetta anche grazie all’ennesima prestazione da incorniciare di Jokic, con un finale scoppiettante in cui si accendono gli animi dopo uno scontro tra Murray e Westbrook. Successo anche per i Warriors nel derby californiano con i Kings, mentre perdono terreno i Memphis Grizzlies, che cadono di misura nella sfida casalinga contro i Miami Heat. Situazione diametralmente opposta nei pini alti della Eastern Conference, dove la sorpresa della notte è sicuramente la caduta dei Toronto Raptors della trasferta ad ovest contro Portland, in cui i 28 punti di un devastante Leonard sono stati arginati da un Lillard all’altezza del compito. Ne approfittano quindi i Boston Celtics, impegnati al Garden contro degli Hawks sempre più in difficoltà, ed i Bucks trascinati da Antetokounmpo sempre più in versione MVP nella gara con i Cavaliers. Infine sono i Pacers a spuntarla nello scontro diretto con Philadelphia al Well’s Fargo Center, tenendo il passo delle altre inseguitrici nella rincorsa al primo posto occupato dai canadesi. 

I risultati della notte NBA: 

Atlanta Hawks @ Boston Celtics 108-129

New York Knicks @ Charlotte Hornets 126-124

Washington Wizards @ Brooklyn Nets 118-125

Milwaukee Bucks @ Cleveland Cavaliers 114-102

Indiana Pacers @ Philadelphia 76ers 113-101

Miami Heat @ Memphis Grizzlies 100-97

Oklahoma City Thunder @ Denver Nuggets 98-108

Toronto Raptors @ Portland Trail Blazers 122-128

Golden State Warriors @ Sacramento Kings 130-125 

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author

Vincenzo Florio Nato a Napoli nel 1994. Laureando in Giurisprudenza e aspirante giornalista, fondatore di Nba24.it e firma di WorldOfWrestling.it. Diviso agonisticamente tra The Beard e Paul George, il cuore resta solo di Steve Nash.