Accordo tra NBA e NBPA per facilitare il reclutamento di giocatori alle franchigie colpite duramente dal COVID

La NBA sta vivendo un nuovo momento di grossa difficoltà a causa della pandemia, che sta attraversando in varie zone del mondo una nuova fase di virulenza, con forti aumenti nei dati di contagio. Soltanto nella settimana appena trascorsa, sono stati decine i giocatori finiti nel Protocollo di Salute e Sicurezza della Lega, tra i quali i Big Three dei Brooklyn Nets, Kevin Durant, Kyrie Irving e James Harden, Giannis Antetokounmpo dei Milwaukee Bucks, Trae Young degli Atlanta Hawks, Andrew Wiggins e Jordan Poole dei Golden State Warriors e coach Frank Vogel dei Los Angeles Lakers.

La diffusione del contagio ha colpito forte alcune franchigie, costringendo la Lega ad alcuni rinvii; solo stanotte non si sono disputate Pelicans-Sixers, Cavaliers-Hawks e Nuggets-Nets. Per evitare il più possibile queste eventualità nelle prossime settimane, NBA e NBPA hanno raggiunto un importante accordo, avente l’obiettivo di aiutare appunto le franchigie con tanti giocatori invischiati nel Protocollo anti COVID-19. Le nuove regole sono entrate in vigore ieri sera e resteranno fino al prossimo 19 gennaio, quando la Lega avrà in programma un nuovo aggiornamento della situazione.

Ogni franchigia avrà l’opportunità di ingaggiare un giocatore in sostituzione di ogni elemento del roster che dovesse entrare nel Protocollo. Se una franchigia, per fare un esempio, dovesse ritrovarsi con cinque giocatori positivi al COVID, potrà ingaggiarne cinque in sostituzione. Ogni qual volta una franchigia avrà bisogno di ingaggiare un giocatore, questo dovrà essere a disposizione per la prima partita della franchigia stessa successiva all’ottenimento del via libera da parte della Lega. In più, questi sostituti non andranno ad influire né sul salary cap né in termini di luxury tax.

Come parte dell’accordo tra NBA e NBPA, verrà sospeso il limite di partite che i two-way player possono giocare, limite normalmente pari a 50 partite. I sostituti potranno superare tale soglia e, nel caso dovessero farlo, verranno pagati con una tariffa modificata.

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.