All-Star Game, vince Team LeBron: James torna MVP dopo 10 anni

TEAM LEBRON @ TEAM STEPHEN 148-145
(31-42, 76-78, 109-112)

Un finale appassionante, grandi giocate e qualche difesa degna delle stelle in campo: il nuovo format dell’All-Star Game è promosso a pieni voti. Vince il team capitanato da LeBron James, che conquista il premio di MVP (terzo della sua carriera) a dieci anni di distanza dall’ultima volta. 148-145 il finale di favore di James e compagni.

C’è stata dunque una gara allo Staples Center di Los Angeles, con le due squadre che sono rimaste appaiate e si sono date battaglia fino all’ultimo secondo. Westbrook, Irving, Durant e Davis i titolari del quintetto scelto da LeBron, mentre il Team Stephen ha schierato, oltre al capitano Curry, Harden, DeRozan, Antetokounmpo e Emdiib. Parte subito forte il camerunese, alla sua prima apparizione alla gara delle stelle, che apre con un schiacciata e realizza i primi 5 punti della sua squadra. Dall’altra parte a rispondere è l’MVP in carica, Anthony Davis, che realizza 4 punti in fila e mette in partita i suoi. Il primo tempo è condotto dal Team Stephen, che non riesce però ad allungare nel punteggio. Come da previsione, le due squadre omettono la fase difensiva dando vita a giocate e schiacciate spettacolari. La prima frazione di gioco si chiude sul 42-31 in favore di Curry e compagni, che conducono per 78-76 anche a fine primo tempo.

Il secondo tempo si apre con il sorpasso di Team LeBron firmato da Kevin Durant con una tripla delle sue. C’è spazio per lo spettacolo anche fuori dal campo, con Steph Curry che si fa notare dalla panchina mangiando platealmente dei pop-corn mentre osserva la sua squadra in campo e rimanendo di stucco davanti a una magia di sinistro di LeBron James in controtempo. La partita rimane in equilibrio, arrivando all’ultimo decisivo periodo come tutti speravano: la squadra di Curry conduce di solo tre lunghezze sul 112-109. Team Stephen prova l’ennesimo allungo arrivando anche sul +14 con una tripla di Damian Lillard, ma il rientro dei titolari insieme a Paul George permette il rientro a -5 da parte del Team LeBron. Negli ultimi due minuti gioco è finalmente gara vera: Embiid va a prendersi due punti a canestro attaccando James, ma LeBron risponde da tre per il pareggio a quota 144. Al rientro dal timeout è ancora il 23 dei Cavs a concludere in area una splendida azione guidata da Westbrook e Irving, firmando il sorpasso sul 146 a 145. Team LeBron va di nuovo a segno sull’asse James-Westbrook, che a 10.7 secondi dalla fine firma il +3. L’ultimo possesso è del Team Stephen, ma la squadra di James difende sul serio grazie al suo capitano e a Durant, che negano il tiro sia a Curry che a DeRozan portando a casa il successo.

LeBron James, autore di una prestazione da 29 punti, 10 rimbalzi e 8 assist con 12/17 al tiro e 4/8 da tre, conquista così il suo terzo titolo di MVP dell’All-Star Game dopo 10 anni.

TEAM LEBRON – James 29 (10 rimbalzi), Durant 19, Westbrook 11, Irving 13, Davis 12, George 16, Drummond 14, Beal 14, Oladipo 7, Walker 11, Dragic 2, Aldridge.

TEAM STEPHEN – Harden 12, DeRozan 21, Antetokounmpo 16, Curry 11, Embiid 19, Thompson 15, Lowry 4, Lillard 21, Green 3, Towns 17 (10 rimbalzi), Horford 6.

 

Commenta
(Visited 71 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe '96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it, sognando un futuro in cui scrivere di sport sia un lavoro oltre che una passione.