Belinelli è in crisi ma i compagni sono con lui: “Non ci aiuta solo con il tiro”

Arrivano diverse dichiarazioni da San Antonio a proposito di Marco Belinelli. Alcune rincuoranti, altre sicuramente meno. Partiamo dalle brutte notizie: Belinelli è in crisi. Siamo alla giornata numero 11 e Marco non ha mai avuto percentuali più basse al tiro. 26.1% dal campo. Lui, conosciuto nel mondo soprattutto per questo e primo italiano di sempre a vincere un three point contest.

“Sono furioso. Ho bisogno di segnare un po’ di più, questo è poco ma sicuro. La vita di un tiratore è così: a volte il pallone entra, altre no”. Ne è assolutamente consapevole la guardia degli Spurs che non cerca alibi ed è, al contrario, pronto a cercare ancora la retina per mettere punti, vittorie e fiducia nel paniere.

La buona notizia è che Marco continua ad essere trattato in squadra come sempre. Non che ci fossero dubbi ma si sa che nel basket è sempre un buon alleato. Forbes dice: “L’unico consiglio che si può dare a un tiratore come lui è di continuare a tirare”. Anche tanti altri giocatori hanno mandato il proprio messaggio all’azzurro, compattando e stringendo attorno a lui uno spogliatoio che sicuramente lo accompagnerà fino al punto più alto della sua poetica parabola di tiro, fino a quando la palla dovrà scendere, ma solo per sentire… chuf.

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.