Belinelli: "Mi manca giocare a pallacanestro, si è rotta la routine"

Ogni occasione è buona per collegarsi con l’Italia per Marco Belinelli. Come lui tutti gli Italiani in giro per il mondo non perdono nessuna opportunità per collegarsi con la penisola, sopratutto in momenti delicati come questo.

Ieri è stato appunto il turno di Marco Belinelli, che si è regalato un’ora in compagnia di Sky Sport Italia in occasione del suo compleanno. Il campione NBA ha raccontato la sua nuova routine e le sue speranze. “E’ molto dura, la pallacanestro manca totalmente ma bisogna rimanere allenati, anche per capire quando si tornerà sul parquet”. Ovviamente però la routine è rotta e le difficoltà a ricominciare sono tante.

Marco vive in un appartamento al quindicesimo piano, pertanto non ha un canestro e dice “non ho mai passato così tanto tempo senza tirare, sarà difficile riprendere confidenza con il pallone”. Nonostante queste difficoltà Belinelli continua ad allenarsi da casa sua con gli strumenti che gli Spurs hanno fatto recapitare a tutti i propri giocatori, seguendo anche le linee guida dei preparatori atletici. “Ci sarà bisogno di un mini-train camp. – continua Belinelli – Per non parlare delle 18 partite che mancano ancora per concludere la stagione”.

La speranza è naturalmente quella di tornare a giocare il prima possibile ma ora, ricorda l’ala di San Antonio, è importante restare in casa, in Italia come in Texas.

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.