Bene Boston e Dallas, i Clippers vincono di nuovo ma solo nel finale

zimbio.com

ORLANDO MAGIC @ BOSTON CELTICS 92-109
Vittoria in scioltezza per i Celtics, al TD Garden, contro Orlando che nell’ultimo quarto cede del tutto. La prima giocata della partita è un bel canestro sull’asse Rondo-Zeller che Boston ha scoperto con piacere: scorribanda nel pitturatoe passaggio schiacciato per i due punti facili del centro. La giocata si ripete in modo simile cinque minuti dopo, quando il passaggio di Rondo arriva più violento senza toccare il parquet: Zeller è lì e trova il canestro (16-19). Le squadre continuano a procedere punto a punto, con continui cambi di vantaggio. All’inizio del secondo tempo è una schiacciata di Vucevic che taglia con i tempi giusti che porta Orlando al -1 (55-56); il pari arriva poche azioni dopo, quando Fournier dalla linea di fondo, batte Rondo e brucia l’aiuto di Zeller per schiacciare il 63-63. Nell’ultimo periodo, i Magic crollano. Da segnalare all’inizio dell’ultimo periodo, la giocata di Olynyk: finta di tirare da tre, Payton in recupero abbocca e Olynyk riesce a schiacciare saltando un paio di metri dentro il pitturato in mezzo ai lunghi avversari (Harkless e O’Quinn), guadagnandosi anche il viaggio in lunetta supplementare (73-83).
ORLANDO MAGIC:
Harris 17, Frye 13, Vucevic 18 (13 reb), Fournier 13, Oladipo 7, Gordon 4, Payton 6, O’Quinn 11, Harkless 3, Nicholson.
BOSTON CELTICS: Green 16, Sullinger 16, Zeller 10, Bradley 4, Rondo 13 (15 ast), Olynyk 15, Wallace, Bass 18, Turner 8, Pressey 9.


DALLAS MAVERICKS @ DETROIT PISTONS 117-106
E’ notte fonda a Detroit e i Mavericks ne approfittano. Eppure i Pistons partono bene: Smith alza per Drummond che schiaccia il 2-8 in favore dei suoi ed è ancora il lungo di Detroit che segue a rimbalzo e schiaccia in tap-in il 42-47 a 4’54’’ dall’intervallo lungo. I Mavericks trovano il pari due minuti dopo, quando Parsons lancia in contropiede Ellis che appoggia al vetro il 49-49. Il terzo quarto è fatale a Detroit, che cede sotto i colpi di Monta Ellis: con un paio di palleggio-arresto-tiro, Dallas allunga sul +7 (75-68) e a completare l’opera ci pensa Chandler Parsons. Prima un gioco da tre punti in contropiede, poi una tripla sul consegnato di Nelson e i Mavs si portano sull’83-70 a 1’ dalla penultima sirena. Detroit non ci sta; Drummond e Caldwell-Pope producono il massimo sforzo, che si traduce nella tripla di quest’ultimo che valeil -5 per i padroni di casa (105-100) a 2’33’’ dalla fine. Le triple immediatamente successive di Parsons e Nowitzki spengono i sogni di rimonta per Detroit.
DALLAS MAVERICKS:
Parsons 32, Nowitzki 18 (10 reb), Chandler 16, Ellis 25, Nelson, Aminu 3, Harris 8, Wright 10, Jefferson, Barea 3, Crowder 2.
DETROIT PISTONS: Singler 9, Smith 7, Drummond 19, Caldwell-Pope 4, Jennings 13, Monroe 4, Meeks 9, Butler 8, Augustin 10, Jerebko 13.

espn.go.com
espn.go.com

INDIANA PACERS @ LOS ANGELES CLIPPERS 100-102
Più difficile di quanto previsto, ma i Clippers riescono comunque a trovare la vittoria. Continua, dunque, il periodo negativo per Indiana, che nulla può contro un Griffin in giornata di grazia. Dopo un primo tempo decisamente equilibrato, che si chiude sul punteggio di 51-52 in favore dei californiani, sono proprio i Clippers che tentano di allungare nel terzo. Un meraviglioso gioco a due fra CP3 e Griffin, porta il 32 a un facile canestro per il 62-66 a metà frazione. Ancora Griffin protagonista qualche minuto più tardi, quando cattura il rimbalzo in difesa, guida la transizione e alza per Jordan che manda i suoi sul +8. Indiana è un osso duro, e nel quarto periodo riesce, con la schiacciata di Miles, a portarsi sul +6 (89-83, 7’45’’). Nei momenti di difficoltà, si ricompatta l’asse Paul-Griffin: Blake va a schiacciare, trovando anche il fallo ma non il tiro libero (95-99, 1’29’’). Il tiro del sorpasso non entra a Stuckey, e Indiana regala un viaggio in lunetta ai Clippers. Sul 100-102, con 2’’ sul cronometro, senza più timeout, West dalla rimessa da fondo lancia Miles che si gira in un fazzoletto e tira per la vittoria: la palla non trova nemmeno il canestro.
INDIANA PACERS:
Hill 10, West 17 (10 reb), Hibbert 7, Stuckey 12, Watson 12, Miles 17, Allen 12 (14 reb), Sloan 3, Scola 10, Rudez.
LOS ANGELES CLIPPERS: Barnes 3, Griffin 31 (16 reb), Jordan 15 (23 reb), Redick 16, Paul 20, Crawford 10, Farmar 5, Davis 2, Douglas-Roberts.

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author

Salvatore Malfitano Classe ’94, napoletano, studente di legge e giornalista. Collaboratore per Il Roma dal 2012 e per gianlucadimarzio.com, direttore di nba24.it e tuttobasket.net. Appassionato di calcio quanto di NBA. L'amore per il basket nasce e rimarrà sempre grazie a Paul Pierce. #StocktonToMalone