BLAZERS – Brutto colpo, Aldridge out 6-8 settimane

A causa dell'infortunio al pollice della mano sinistra, Aldridge dovrà star fermo 6-8 settimane (foto da: video.espn.com.au)
A causa dell’infortunio al pollice della mano sinistra, Aldridge dovrà star fermo 6-8 settimane (foto da: video.espn.com.au)

Davvero non ci voleva per i Portland Trail Blazers. La squadra ha annunciato che LaMarcus Aldridge dovrà star fermo dalle 6 alle 8 settimane, in seguito allo strappo del legamento collaterale radiale del pollice sinistro, rimediato nel match vinto contro Sacramento (98-95) nella serata di Lunedì. Aldridge si è fatto male nel secondo quarto, quando la sua mano ha colpito il ginocchio di Cousins. Lo stesso 29enne texano ha parlato prima del match del Moda Center (poi perso) con i Celtics: “Mi ero già slogato il pollice un paio di volte, ma stavolta era diverso. Non riuscivo assolutamente a muoverlo”. LaMarcus si era sottoposto subito dopo l’infortunio ad un controllo con i raggi X, rivelatosi comunque inutile. Il problema è emerso in seguito alla risonanza magnetica effettuata nella giornata di ieri. La perdita del prodotto di Texas University crea un grosso problema ai Blazers. Oltre ad un discorso relativo ai numeri di Aldridge in questa stagione (23.2 punti e 10.2 rimbalzi di media a partita) e ad un dato puramente statistico (l’anno scorso, senza Aldridge in campo, i Blazers hanno avuto un record di 14-24), Portland si trova con una batteria di lunghi decisamente decimata, con Robin Lopez out per con la mano destra fratturata e Joel Freeland fuori causa con la spalla destra lussata. “E’ un peccato. Stavamo mantenendo un gran ritmo in questa stagione” – dice ancora Lamarcus – “Abbiamo perso molti ragazzi per infortunio, ma quest’anno è diverso dalla scorsa stagione, poiché abbiamo tanti ragazzi che possono migliorare e giocare meglio. Quindi non credo che la squadra si fermerà; abbiamo dei giocatori che stanno per rientrare, e sarà positivo per noi”. Infine, il giocatore, ai giornalisti, ha rivelato che si sottoporrà ad intervento chirurgico entro la fine della settimana. Aldridge aveva chiesto ai medici se poteva giocare con un tutore, ma, alla fine, hanno optato per l’intervento.

Commenta
(Visited 15 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.