Boston Celtics @ Indiana Pacers 112-111: decide Rozier allo scadere

BOSTON CELTICS @ INDIANA PACERS 112-111
(38-21, 62-47, 85-78)

Finale al cardiopalma alla Bankers Life Fieldhouse di Indianapolis, dove i Celtics vincono in rimonta grazie agli sciagurati possessi finali dei padroni di casa e a Terry Rozier. Pronti, via ed è subito 12-0 Boston grazie ai canestri di Brown e Irving. La squadra di coach Stevens domina il primo tempo mantenendo pressoché invariata la doppia cifra di vantaggio. Sono ben 62 i punti realizzati dagli ospiti prima dell’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi cambia però la musica: guidati dai canestri di Oladipo, i Pacers rientrano in partita portandosi a 7 lunghezze di distanza a fine terzo periodo. Indiana completa la rimonta nei minuti finali e pareggia i conti sul 100-100 a meno di 2′ dalla sirena. La gara è punto a punto e a salire in cattedra sono i miglior realizzatori delle due squadre. Ai canestri di Irving risponde infatti Oladipo, che realizza 7 punti in fila e porta i suoi sul +5. L’ex Cavs tiene a galla i suoi con due tiri dall’arco che valgono il -1 Celtics a 7″ dalla sirena. L’ultimo possesso è dei Pacers, ma Bogdanovic pensa bene di alzare un campanile in orizzontale che sorprende i suoi compagni e permette a Rozier di intercettare la palla. La guardia corre in contropiede e inchioda la schiacciata che regala la vittoria di 1 ai suoi. Non bastano, dunque, i 38 punti a referto e le solite giocate clutch di Oladipo in casa Pacers. A spuntarla sono Irving (miglior realizzatore dei suoi con 30 punti e 4 assist) e compagni, che centrano così la 26^ vittoria stagionale.

CELTICS – Irving 30, Horford 14 (10 rimbalzi), Tatum 16, Brown 13, Baynes 2, Smart 15, Rozier 9, Theis 4, Ojeleye 5, Larkin 4.

PACERS – Oladipo 38, Young 13, Bogdanovic 10, Turner 2, Collison 15, Sabonis 18, Joseph 4, Stephenson 11, Young, Jefferson.

Commenta
(Visited 39 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe '96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it, sognando un futuro in cui scrivere di sport sia un lavoro oltre che una passione.