Brooklyn Nets@Charlotte Hornets 107-111: Belinelli decisivo in un finale rovente

Sembravano fuori partita per tutto il tempo, poi si arrendono solo alla fine. I Brooklyn Nets ci provano, ma a Charlotte vincono i padroni di casa con una mostruosa prestazione di squadra: 7 giocatori su 9 del roster a disposizione finiscono in doppia cifra e il nostro Marco Belinelli (17 punti alla fine) farà la differenza proprio nei minuti più caldi della gara.

I soliti Walker e Batum avevano preso per mano gli Hornets nel primo quarto; senza problemi, Charlotte si era presa già un discreto vantaggio e il jumper di Lamb che vale il 24-14 sul finire del primo quarto vale anche il primo doppio vantaggio.
La seconda frazione la apre Kaminsky con la tripla del +12, poi è Batum che sempre da lontano scrive a referto il 54-37 che sembrava poter spezzare le gambe agli avversari.

Non è così, perché già al rientro dall’intervallo di metà gara i Nets si tengono a contatto e provano a risalire la china.
Dieci punti recuperati e la schiacciata di Trevor Booker che vale il -7.
Nell’ultima frazione, che si apre con un alley oop disegnato per le mani di Plumlee, ultimo arrivato a Charlotte, gli Hornets sembrano poterla gestire, ma non sarà così: Joe Harris piazza il -4 quando mancano quattro minuti alla fine, poi è il momento di Belinelli che tiene lontani gli avversari con un canestro importantissimo.
Quando Kemba va a mettere il 104-96 a 40” dal termine della gara, sembra tutto finito, invece Brooklyn rientra trenta secondi più tardi, quando Bogdanovic segna la tripla del 107-109.
L’ultimo possesso va nelle mani di Beli, fallo su di lui e due liberi: entrambi dentro.
Il +4 tiene bene negli ultimi secondi visto che i Nets non saranno abili a gestire l’ultimo possesso e i padroni di casa si tengono stretti un’altra importante vittoria.

 

BROOKLYN – Bogdanovic 22, Lopez 20, Dinwiddie 7, Hollis 5, Foye 8, Harris 12, Whitehead 11, Booker 10 (12 reb), Hamsilton 9, Kilpatrick 3.

CHARLOTTE – Batum 17, Walker 17, Kaminsky 12 (11 reb), Williams 14, Kidd-Gilchrist 14, Belinelli 17, Lamb 16, Plumlee 4, Roberts.

 

 

 

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Arpaia Napoletano classe ’91, da sempre malato di NBA. Giurista e pubblicista, crede in un solo Dio: Rasheed Wallace. Tutto il resto è Jordan. Fondatore di NBA24.it.