Carrer high di Trae Young nella vittoria con Miami, bene Kings e Hornets

Passato l’All-Star Weekend, si riprende a giocare in NBA dopo quattro giornate di riposo e il menù della notte ha previsto sei match ricchi di giocate spettacoli e risultati imprevisti.

Vincono in volata gli Atlanta Hawks in casa contro i Miami Heat 129-124 grazie alla prestazione da carrer high di Trae Young che piazza 50(!) punti e 8 assist con 8/15 da 3. Dall’altra parte bene solo Bam Adebayo che chiude la partita con 28 punti, 19 rimbalzi e 7 assist.

Colpo a sorpresa degli Hornets che sbancano lo United Center di Chicago e battono i Bulls 103-93. Nonostante i 0 punti di Graham, gli ospiti riescono a portarla a casa grazie all’apporto dalla panchina di Malik Monk, 25 punti per lui, e di Miles Bridges, 22 punti e 8 rimbalzi finali.

Vittoria al fotofinish anche per i Kings contro una Memphis mai doma che ha mollato solo dopo la sirena finale. Nel 125-129 finale l’MVP è Harrison Barnes con 32 punti seguito da De’Aaron Fox, 26 punti per lui. Per i Grizzlies il top scorer è Melton con 24 punti e 6 rimbalzi.

Successo ai supplementari per Philadelphia che ha la meglio su Brooklyn 112-104 nonostante l’assenza di Kyrie Irving per gli ospiti, per lui stagione finita. Ritorno da protagonista per Joel Embiid con 39 punti, 16 rimbalzi e la stoppata decisiva che ha portato la gara all’overtime.

Facili successi per Milwaukee e Houston che si sbarazzano rispettivamente di Detroit e Golden State.

Risultati:

Milwaukee Bucks – Detroit Pistons 126-106

Miami Heat – Atlanta Hawks 124-129

Brooklyn Nets – Philadelphia 76ers 104-112 OT

Charlotte Hornets – Chicago Bulls 103-93

Memphis Grizzlies – Sacramento Kings 125-129

Houston Rockets – Golden State Warriors 135-105

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Delpiero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.