Chicago Bulls @ Golden State Warriors 94-106: I Bulls ci provano ma non basta, per i Warriors arriva la quattordicesima meraviglia

CHICAGO BULLS @GOLDEN STATE WARRIORS 94-106

(29-28, 47-50, 73-77)

Toccava nella notte ai Chicago Bulls ancora privi di Rose tentare di essere la prima squadra in questa stagione capace di battere i Golden State Warriors, ma all’Oracle Arena è ancora una volta la classe ed il talento di Curry e compagni ad avere la meglio sulla franchigia dell’Illinois ed a regalare ai campioni Nba in carica la quattordicesima vittoria di fila con il punteggio finale di 106-94. Warriors che con un’ipotetica vittoria contro i Lakers martedì sono così ad un passo dall’eguagliare il record di 15 vittorie consecutive nelle prime 15 giornate Nba detenuto in ex aequo da Washington (1948-1949) e Houston (1993-1994). Gara che però si dimostra subito difficile, con Chicago che lotta e parte forte grazie ad Hinrich e Butler che riescono con un paio di recuperi convertiti in canestri a portare gli ospiti addirittura già a +9 nel primo quarto, prima di subire sul finire di frazione la mini rimonta dei Warriors che nei momenti di difficoltà si affidano sempre ed esclusivamente alla classe del loro numero 30. Partita che quindi dopo il tentativo di allungo iniziale degli ospiti rimane molto equilibrata, nessuna delle due squadra riesce a creare un gap significativo e Chicago sembra reggere bene le folate dell’Mvp della scorsa stagione grazie ancora ad un Jimmy Butler ispiratissimo. Equilibrio che regna sovrano praticamente fino agli ultimi cinque minuti quando i Bulls ormai allo strenuo delle forze cadono sotto i colpi di Curry e Barnes che con un parziale di 7-0 scavano il solco decisivo per regalare la quattordicesima gioia ai tifosi della Baia, Chicago non riesce più a reagire e capitola definitivamente. Migliore in campo manco a dirlo è Steph Curry che chiude con 27 punti, bene tra i padroni di casa anche il già citato Barnes, autore di 20 punti, e Thompson che chiude con 15. Tra gli ospiti non basta un grande Jimmy Butler da 28 punti per portare a casa la vittoria.

CHICAGO BULLS: Snell 2, Mirotic 18, Gasol 14, Butler 28, Hinrich 17, Noah, Moore 9, Gibson 3, McDermott 3

GOLDEN STATE WARRIORS: Barnes  20, Green 9, Bogut 3, Thompson 15, Curry 27, Iguodala 12, Ezeli 7, Livingston 6, Barbosa 3, Clark, McAdoo 4

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author

Andrea Amato Studente di sociologia, giocatore di pallacanestro, napoletano dalla testa ai piedi ed innamorato dello sport più bello del mondo dal 1994. Devoto a Pete Maravich, ai San Antonio Spurs e alla pizza.