CHICAGO BULLS - Ufficiale: Tom Thibodeau licenziato

Dopo cinque anni alla guida come capo allenatore dei Chicago Bulls, Tom Thibodeau è stato licenziato in giornata dalla dirigenza. Il rapporto nell’ultimo periodo era arrivato all’epilogo e la comunicazione del licenziamento era nell’aria.
Ecco le parole del comunicato ufficiale, a partire dal presidente Jerry Reinsdorf che ha scritto: “I Chicago Bulls hanno una storia di grande successo, dentro e fuori dal campo. Questi risultati sono stati possibile grazie allo spirito di organizzazione, sempre bene accetto, che fa parte della nostra cultura e c’è stata la volontà di partecipare ad un libero flusso di informazioni, e ci sono stati obiettivi chiari e coerenti. Il capo di ogni organizzazione societaria dovrebbe prendere le decisioni finali senza far intercedere altre opinioni, mentre da noi non è così. C’è sempre collaborazione tra le parti. Dal primo all’ultimo. Le squadre che costantemente si esibiscono ai più alti livelli sono in grado di riunirsi ed essere uniti in tutta l’organizzazione, il personale, i giocatori, gli allenatori, la gestione e la proprietà. Quando tutti sono della stessa opnione, la fiducia cresce e le squadre in grado di crescere raggiungono il successo tutti insieme. Purtroppo, da un po’ di tempo, vi è stato un allontanamento da questa cultura.  Per garantire che i Chicago Bulls possoano continuare a crescere e avere successo, abbiamo deciso che è necessario un cambiamento alla guida tecnica della squadra. Giornate come oggi sono dure, ma è necessario per noi per raggiungere i nostri obiettivi e soddisfare i nostri impegni per i nostri tifosi. Apprezzo ciò che Tom Thibodeau ha fatto per l’organizzazione Bulls. Ho sempre rispettato il suo amore per il gioco e gli auguriamo ogni bene per il futuro .

Per 21 anni assistent coach in Nba dal 1991-92, Chicago ha eletto Head Coach Tom Thibodeau nel 2010. Nel corso delle sue cinque stagioni ha collezionato un record complessivo di 255-139 (.647), raggiungendo ogni anno i playoff con un record in postseason di(.451).

“Quando abbiamo preso Tom nel 2010, era l’uomo giusto per la squadra e il sistema di allora, e per più di cinque anni abbiamo avuto parecchie soddisfazioni con lui alla guida,” ha detto il GM Gar Forman. “MaWhen Tom was hired in 2010, he was right for our team and system at that time, and over the last five years we have had some success with Tom as our head coach,” said Chicago Bulls General Manager Gar Forman. “Ma abbiamo guardato avanti, e abbiamo ritenuto opportuno che per far crescere di più questi Bulls, era necessario un cambiamento.”

Commenta
(Visited 43 times, 1 visits today)

About The Author

Francesco Esposito Nato nel 1995, cestista da circa una decina di anni. Studente di scienze aeronautiche alla Parthenope di Napoli; appassionato di sport americani, su tutti l'NBA, e non solo.