Clippers, il Forum di Inglewood passa a Steve Ballmer per 400 milioni di dollari

Con la NBA ferma a data da destinarsi causa pandemia da COVID-19, torna a far parlare di sé Steve Ballmer. Secondo quanto riportato da tutti i media d’Oltreoceano, infatti, dopo lunghe trattative il proprietario dei Los Angeles Clippers è riuscito ad assicurarsi la vecchia e storica casa dei cugini dei Lakers, ovvero il Forum di Inglewood.

Stando a quanto riportato da Andrew Greif, del Los Angeles Times, Ballmer si è accordato con la Madison Square Garden Company sulla base di un pagamento cash pari a 400 milioni di dollari. Maggiori dettagli sono riportati da Mark Medina, di USA Today, secondo il quale Ballmer ha intenzione di mantenere il Forum come sede di concerti dal vivo, oltre che offrire il rinnovo del contratto alle persone attualmente impiegate nella struttura.

Una mossa, prosegue Medina, che risolve i contenziosi che rallentavano l’acquisto da parte di Ballmer e che apre la strada, secondo le intenzioni dell’ex AD di Microsoft, ad una nuova arena da 18.000 posti all’avanguardia, finanziata privatamente e completa di quartier generale della franchigia, che dovrebbe sorgere entro quattro anni.

Non vediamo l’ora di metterci tutte le battaglie legali alle spalle” – si legge in una nota rilasciata dai Clippers – “Tutto ciò ci permetterà di concentrarci sulla fornitura di esperienze di livello mondiale agli appassionati di musica, oltre che sulla costruzione di una nuova arena, la quale garantirà un unico e vero vantaggio casalingo ai fan dei Clippers“.

Così Steve Ballmer: “Questo è un momento purtroppo difficile per tutti, ma crediamo fortemente in un futuro migliore. Ci siamo quindi impegnati ad investire nella città di Inglewood. Siamo sicuri che tutto ciò porterà benefici alla comunità, ai Clippers ed ai nostri fan“.

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.