Davis trascina i Lakers contro Utah, bene Raptors e Pacers, gli Spurs cadono al fotofinish

Sei le partite della notte NBA disputatesi nella bolla di Orlando, fra le quali spiccava sicuramente la sfida fra Los Angeles Lakers e Utah Jazz che ha visto i gialloviola imporsi 108-116 e conquistare aritmeticamente il primo posto a Ovest. Protagonista assoluto della serata è stato Anthony Davis, che ha giganteggiato dentro e fuori il pitturato mettendo a referto 42 punti finali e 12 rimbalzi, a cui si accompagnano i 22 di LeBron James. Partita condotta per quasi tutta la sua durata dai californiani, solo a cavallo tra terza e quarta frazione i Jazz provano a rientrare in partita trascinati dal solito Mitchell ma è troppo tardi, i Lakers contengono bene e gestiscono alla perfezione gli ultimi decisivi possessi senza rischiare più di tanto il clamoroso ribaltone. Vincono e continuano a sperare in un posto playoff i New Orleans Pelicans, bravi a superare Memphis 109-99 grazie ai 24 di Ingram e ai 23 di Williamson, mentre si fermano i San Antonio Spurs, costretti a capitolare contro i Sixers 132-130 condannati da una tripla di Milton a 7″ dalla fine. 27 i punti messi a segno da Joel Embiid, 30 per DeRozan tra le fila texane che non bastano però ai neroargento per portare a casa una vittoria che sarebbe stata preziosissima nella corsa alla postseason. Si riscattano invece i Denver Nuggets che, dopo lo stop alla prima sfida nella Bolla contro Miami, reagiscono e vincono in volata dopo un overtime 113-121 contro gli Oklahoma City Thunder. Tripla doppia da 30 punti, 12 rimbalzi e 10 assist per Nikola Jokic a cui si accompagnano i 37 di Micheal Porter Jr. I Thunder lottano comunque fino alla fine grazie ai 20 di Danilo Gallinari ma arrivano al supplementare stanchi e senza idee, i Nuggets ne approfittano e difatti dominano gli ultimi 5′ di gioco. Due vittorie su due nella bolla per Indiana, che si impone sui Wizards per 100-111: dopo un avvio equilibrato i Pacers dominano nel secondo e terzo quarto con un TJ Warren a dir poco dominante, che dopo i 53 dell’esordio ne segna “solo” 34. Inutile il tentativo finale di rimonta di Washington che ha 20 punti con 11 rimbalzi da Thomas Bryant. Prosegue infine l’ottimo momento di Toronto che batte 103-107 i Miami Heat dopo esser stata a lungo in doppia cifra di vantaggio, aver subito la rimonta degli avversari e rimesso nuovamente in piedi il match grazie a Siakam (22 pt) ma anche e soprattutto a un grande VanVleet, che con 36 punti e sette triple a bersaglio fa sorridere i canadesi e condanna Butler e compagni.

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author

Andrea Amato Studente di sociologia, giocatore di pallacanestro, napoletano dalla testa ai piedi ed innamorato dello sport più bello del mondo dal 1994. Devoto a Pete Maravich, ai San Antonio Spurs e alla pizza.