Grizzlies, Morant firma la stoppata dell'anno contro i Lakers e LeBron si complimenta

Anche nella notte dell’attesissimo ritorno in campo dopo tanto tempo di Klay Thompson i Grizzlies sono riusciti a far parlare di sè espugnando lo Staples Center di Los Angeles contro i Lakers per 119-127 e raccogliendo così il nono successo consecutivo. Ma più che sul risultato le attenzioni di media, tifosi e addetti ai lavori si sono soffermate sull’incredibile giocata firmata dalla star di Memphis, Ja Morant, nel primo quarto.

Con il punteggio di 12-9 in favore degli ospiti il prodotto di Murray State ha perso palla facendosi intercettare un passaggio da Avery Bradley, che si è involato in contropiede per appoggiare due punti comodi al ferro. L’intervento in chiusura di Bane ha rallentato la corsa del nr.20 gialloviola, che è riuscito comunque a far partire il tiro verso il canestro; nel frattempo però Morant, che aveva seguito l’azione, è riuscito a prendere bene il tempo all’avversario e con un salto incredibile ha stoppato a due mani la palla contro il tabellone, controllando anche il rimbalzo per avviare un rapido contropiede dei suoi.

Un gesto atletico fenomenale che ha mandato in estasi la panchina dei Grizzlies e i compagni di squadra di Morant: “Non c’è dubbio, è la stoppata più spettacolare che io abbia mai visto. Roba da pazzi” ha commentato l’altra star di Memphis, Jaren Jackson Jr.

Anche il giocatore ovviamente è rimasto molto soddisfatto della sua prodezza: “Sì, ho fatto una giocata incredibile. Volevo fermare la palla ma anche assicurarmi che il rimbalzo fosse nostro, perchè spesso quando fai questo tipo di stoppate succede che gli avversari arrivino prima a rimbalzo offensivo e appoggino due punti facili a canestro. Ha funzionato proprio in maniera perfetta, come me l’ero immaginata. Probabilmente i video di ciò che è accaduto faranno il giro su Internet per un po’ “.

A congratularsi con Morant infine è stato anche uno che di stoppate incredibili in inseguimento se ne intende, ovvero LeBron James: “Per fare quel tipo di giocate serve innanzitutto tempismo e determinazione a non rallentare nemmeno per un secondo, e quando l’ho visto rincorrere Avery e prendergli il tempo ho capito subito che sarebbe riuscito a fermarlo. Ma nonostante ciò non mi aspettavo riuscisse a farcela in maniera così spettacolare saltando così tanto. Ha davvero dei razzi al posto delle gambe, è stata una stoppata incredibile. Complimenti a lui”.

Quarta ad ovest con 28 successi e 14 sconfitte, Memphis proverà a continuare la sua ottima striscia positiva nella notte fra martedì e mercoledì ospitando i primi in classifica, ovvero i Golden State Warriors, in un match che si preannuncia davvero interessante.

 

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.