Hawks, sconfitta indolore a Charlotte. Warriors sempre più nella storia

ATLANTA HAWKS @ CHARLOTTE HORNETS 100-115 – Impegnata nel “back to back”, Atlanta cade a Charlotte contro gli Hornets reduci da tre sconfitte consecutive. Coach Budenholzer lascia in panca tutti i suoi pezzi da novanta, ottenendo comunque discrete risposte in un primo quarto (23-27) dove a fare la voce grossa sono Kemba Walker e Gerald Henderson. Nel secondo quarto la partita si conferma divertente ed equlibrata: a Jenkins (16 punti, tutti nel primo tempo) e Mack, risponde un Marvin Williams da 17 punti complessivi, di cui 12 nei primi 24 minuti. All’intervallo lungo è 52-57. Al rientro dagli spogliatoi, gli Hornets piazzano il parziale che decide la partita: Walker, Henderson, Marvin e Mo Williams (18 punti uscendo dalla panchina) sono gli artefici principali del 24-33 del terzo quarto. Gli ospiti accennano ad una reazione nell’ultimo periodo ma è tutto inutile: 100-115 il finale dalla Time Warner Cable Arena.

Atlanta Hawks: Bazemore 20, Muscala 10 (10 rimb.), Brand e Daye 9, Jenkins 16, Schroder 17 (11 ass.), Mack 5, Antic e Sefolosha 3;

Charlotte Hornets: Tayolor e Biyombo (11 rimb.) 9, Marvin Williams 17, Jefferson e Maxiell 2, Henderson 20, Walker 21, Hairston 12, Stephenson 5, Mo Williams 18

GOLDEN STATE WARRIORS @ MILWAUKEE BUCKS 108-95 – I Warriors fanno cifra tonda e al Bradley Center di Milwaukee ottengono la vittoria numero 60 in stagione contro i Bucks. Dopo un primo quarto equilibrato (24-23), nel secondo parziale gli ospiti cambiano decisamente marcia e trascinati dal solito Curry (25 punti, 6/9 da tre) piazzano il 24-15 che permette di arrivare alla pausa di metà gara sul 48-38. Poi, come da tradizione degli ultimi tempi, nel terzo quarto arriva la grandinata che decide la partita: 17 punti (su 21 complessivi) di Klay Thompson sono la firma in calce al 34-25 che annichilisce le velleità di rimonta dei padroni di casa. Ai quali non resta che entrare nella storia, seppur dalla parte sbagliata: mai i Warriors avevano vinto 60 partite in stagione. Finisce 108-95.

Golden State Warriors: Barnes 13, Lee, McAdoo e Speights 12, Bogut e Livingston 4, Thompson 21, Curry 25, Holiday 3, Barbosa 2;

Milwaukee Bucks: Antetokounmpo e Pachulia 12, Ilyasova, Carter-Williams, Henson (10 rimb.) e Mayo 8, Middleton 14, Bayless 7, Dudley 13, Ennis 5

Commenta
(Visited 25 times, 1 visits today)

About The Author

Claudio Pellecchia Napoletano classe ’87, giornalista sportivo e laureato in Giurisprudenza, ammesso che le due cose possano coesistere. Folgorato sulla via di Federico Buffa, intende divulgare il verbo della palla spicchi perché, come disse qualcuno, “lei non mente mai”. Scrive anche di calcio su Rivista Undici.