ITALIANS - Gallinari si riprende i Nuggets. Torna anche il Beli, ma per Datome e Bargnani è notte fonda

Come ogni mercoledi, puntuale torna la rubrica di NBA24 dedicata agli italiani.
Italians” questa settimana si concentrerà prevalentemente sulle prestazioni di Danilo Gallinari, miglior italiano a calcare il parquet negli ultimi giorni, tra indisponibilità e inutilizzo degli altri tre protagonisti.

 

GALLO STOP & GO – Finalmente è tornato Danilo Gallinari! Dopo un anno di stop e un avvio di stagione tra alti e bassi, il Gallo torna a far vedere tutta la sua classe sui parquet di mezza America.
Dopo i 10 punti nella sconfitta contro Golden State, Danilo ha mantenuto allo stesso livello le sue prestazioni, anche partendo dalla panchina, e i Nuggets hanno avuto la meglio prima dei Lakers e poi di una contender come i Bulls.
Prima 10 punti in 31 minuti, poi 15 in 28 nell’ultima uscita.
Mi male per un Gallinari che torna a far male dalla lunga distanza e anche in transizione, sintomo che ormai il feeling con il corpo torna gradualmente.
Lo “stop & go” di inizio mese pare aver messo benzina nella macchina del Gallo. Lo sperano i Nuggets, che non a caso volano quando Danilo vola.

 

DOVE SONO GLI ALTRI TRE? – Lo diceva una famosa canzone.
Gli altri tre non ci sono, e se ci sono non si vedono.
Abbiamo già parlato dei guai fisici di Bargnani, mentre Belinelli è tornato in campo addirittura in quintetto nell’ultima uscita degli Spurs contro Brooklyn, ma praticamente senza lasciare il marchio, segno che la forma fisica migliore è ancora lontana dai suoi standard.
I problemi più grandi riguardano Datome: ancora zero presenze quest’anno, in una stagione che, a dirla tutta, non pare andare così bene ai Pistons.
Potrebbero puntare su di lui alla ricerca di nuove soluzioni?
Mai dire mai, ma l’ostracismo di Van Gundy, fin qui inspiegabile, lo conosciamo già, seguendo ormai la NBA da qualche anno.
Quando un coach sceglie una strada, difficile che torni sui suoi passi.
Per Gigione nostro il cammino pare ancor più difficile dello scorso anno.

 

 

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Arpaia Napoletano classe ’91, da sempre malato di NBA. Giurista e pubblicista, crede in un solo Dio: Rasheed Wallace. Tutto il resto è Jordan. Fondatore di NBA24.it.