Jokic non basta, gli Spurs battono i Nuggets e forzano Gara-7

Denver Nuggets e San Antonio Spurs andranno a Gara-7, la prima serie in questi Playoff a finire al ‘Go big or go home‘, come si suol dire Oltreoceano. All’AT&T Center, infatti, i ragazzi di coach Popovich sconfiggono la squadra di coach Malone con un gran finale di partita, impattando ancora una volta la serie (3-3) e regalandosi la chance di giocarsi tutto sabato notte al Pepsi Center di Denver.

Gli Spurs partono più convinti, sospinti anche dal pubblico di casa; così, al 12′, il tabellone recita 24-34 per i texani. Ma la reazione ospite non si fa attendere e, a 4’25” dalla sirena di metà partita, Gary Harris firma il sorpasso con un 2/2 dalla lunetta (48-47); segue qualche minuto punto a punto, prima di un finale di secondo quarto nel quale i padroni di casa rimettono il naso avanti (60-64 al 24′).

Al rientro sul parquet, la partita si mantiene viva ed equilibrata, con San Antonio che mantiene il comando delle operazioni, pur non riuscendo a scrollarsi di dosso gli avversari, con un gap che oscilla continuamente da un minimo di +2 ad un massimo di +7. All’ultimo intervallo, Aldridge e compagni guidano di 5 lunghezze (85-90).

La partita si decide nella prima metà di quarto periodo, fase nella quale gli Spurs schiantano letteralmente i Nuggets. Con il contributo anche del nostro Marco Belinelli (9+2 reb e 1 ast in 20′), i padroni di casa rifilano un break di 4-20 agli avversari, culminato con la tripla di White per l’89-110 che, in pratica, ammazza la partita (6’17” al termine). Il finale è in pieno controllo per San Antonio, che chiude sul 103-120. Sugli scudi in particolare Aldridge (26+10 reb e 5 ast), DeRozan (25+7 reb e 7 ast) e Gay (19 e 7/11 dal campo). A Denver non basta il career-high ai Playoff di Jokic (43+12 reb e 9 ast).

Di seguito, il riepilogo della notte:

DENVER NUGGETS @ SAN ANTONIO SPURS 103-120 (3-3)

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.