Lakers, prima partita senza palle perse per Westbrook negli ultimi cinque anni

Nella notte NBA i Los Angeles Lakers hanno battuto i Sacramento Kings per 122-114 grazie alle eccellenti prove di LeBron James (31 punti) e Malik Monk (24). Ma fra i protagonisti del match, seppure in maniera più silenziosa, figura anche un’altra delle star a disposizione di coach Frank Vogel, ovvero Russell Westbrook. L’ esterno ex Wizards, Rockets e Thunder ha portato a casa 19 punti e 7 rimbalzi, ma a far parlare nel post partita sono soprattutto le sue zero palle perse.

L’ultima volta che il tabellino del nr.0 gialloviola era rimasto “incontaminato” alla voce palle perse risaliva a quasi sei anni fa, il 14 marzo 2016, nel match vinto dagli Oklahoma City Thunder contro i Portland Trail Blazers. Da allora, per Westbrook è iniziata una lunghissima striscia di 407 partite con almeno una palla persa, la più lunga nella storia dell’NBA, interrotta questa notte.

In generale, nella sfida contro i Kings, i Lakers sono stati molto bravi a far girare il pallone e limitare gli errori in fase di impostazione, commettendo in totale appena cinque palle perse in tutti i 48 minuti di gioco: “Un dato che evidenzia quanto possiamo fare bene quando restiamo concentrati su ogni singolo possesso” – commenta Westbrook ai microfoni dei giornalisti – “Abbiamo tirato la palla per ben 99 volte, Sacramento solo 83: è quella la chiave del nostro successo”.

Il prodotto di UCLA era reduce da una brutta prova contro i Timberwolves lo scorso 3 gennaio, quando mise a referto addirittura 9 palle perse. Un dettaglio che coach Vogel non ha mancato di sottolineare in conferenza stampa per esaltare il suo giocatore: “Sono veramente fiero di lui e del modo in cui si è riscattato dopo quella partita, ha messo in mostra grandissima sicurezza con la palla in mano: è qualcosa che chiedo di fare ogni sera non solo a lui, ma a tutta la squadra. Russell è un giocatore che mette in campo un’intensità e una voglia straordinaria, non sempre riesce a far bene ma ci tiene molto a rendersi utile alla squadra e a fare le cose giuste per aiutarci a vincere”.

I Lakers, settimi ad ovest con un record di 20 successi e 19 sconfitte ma in un buon periodo di forma con quattro vittorie nelle ultime cinque uscite, torneranno in campo di nuovo allo Staples Center nella notte fra venerdì e sabato contro gli Atlanta Hawks.

 

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.