Riecco LaVar Ball: "Zion Williamson? Mio figlio LiAngelo è più forte"

Dai tempi di LeBron James, Zion Williamson è certamente la scelta #1 al Draft sbarcato in NBA con il maggior hype. Per quel poco che abbiamo potuto vedere finora, potremmo dire che le attese potrebbero essere davvero ben riposte; peccato che il giocatore dei New Orleans Pelicans sia finito ko nel penultimo match di preseason contro i San Antonio Spurs (lesione al collaterale mediale del ginocchio destro) e il suo debutto nella Lega sia rinviato al prossimo mese di Dicembre.

Eppure… c’è LaVar Ball. Il papà più discusso degli ultimi anni, almeno in ambito cestistico, se n’è uscito con un’altra delle sue, paragonando a Williamson suo figlio LiAngelo, il quale sta vivendo una fase di carriera molto travagliata. Dopo il caso di taccheggio in Cina di due anni fa, che gli costò la permanenza a UCLA, il secondo dei fratelli Ball finì a giocare in Lituania, rendendosi poi eleggibile al Draft 2018, inutilmente (non selezionato). Il quasi 21enne nativo di Anaheim, California, ha quindi giocato lo scorso anno nella Junior Basketball Association, lega fondata dal papà LaVar in alternativa alla NCAA, con la maglia dei Los Angeles Ballers.

Penso che mio figlio LiAngelo sia più forte di Zion Williamson” – dice LaVar – “Se avesse avuto l’opportunità di uscire dal college, mio figlio adesso sarebbe prima scelta assoluta; contro di lui Zion non avrebbe chance. E’ vero, Zion è più grosso; ma LiAngelo è più forte ed è un tiratore di gran lunga migliore“.

LaVar garantisce per il figlio: “LiAngelo giocherà nella prossima Summer League ed otterrà un contratto con una franchigia NBA. Già ora è una delle guardie fisicamente più forti in circolazione, alto 1.96 e con un peso di 100 kg. Sa tirare da qualunque posizione e sa giocare spalle a canestro. Vedrete quel che sa fare“.

Commenta
(Visited 55 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.