L'opposta serata dei Gasol: Pau mata i Celtics, Marc crolla con i Grizzlies a Denver. Colpo esterno dei Jazz a Minneapolis, continua il volo degli Hawks

Doppia doppia spaziale (29 e 16 rimbalzi) per Pau Gasol contro i Celtics (foto da: www.blogabull.com)
Doppia doppia spaziale (29 e 16 rimbalzi) per Pau Gasol contro i Celtics (foto da: www.blogabull.com)

BOSTON CELTICS @ CHICAGO BULLS 104-109 – In una delle grandi classiche a Est, i Chicago Bulls si impongono all’overtime sui Boston Celtics. Dopo un primo tempo molto equilibrato in cui le squadre si dividono i primi due quarti (23-17 e 17-29), al rientro dopo l’intervallo lungo, grazie all’apporto di Pau Gasol (doppia doppia da 29 e 16 rimbalzi), i Bulls vanno avanti di 10 subendo, però, il ritorno ospite con un controparziale che vale il +6, firmato da un Evan Turner in grande serata (29 punti). Si arriva, così, all’ultimo decisivo quarto sul pari 69. A questo punto diventa protagonista la panchina dei Bulls, nelle persone di Brooks (19) e Gibson (12), mentre, dall’altra parte, i Celtics continuano a rivolgersi a un Turner sempre presente. La giocata decisiva per Boston, tuttavia, la firma Jared Sullinger (solida doppia doppia da 16 punti e altrettanti rimbalzi) che, con a  due secondi e mezzo dalla fine, cattura il rimbalzo offensivo e sigla parità a quota 99. I padroni di casa costruirebbero anche un buon tiro per la vittoria, ma Brooks sbaglia la tripla in angolo piedi per terra e si va al supplementare. Dove, a fare la differenza, sono i canestri di Hinrich, Gasol e Rose; allo united Center finisce 104-109, nona vittoria nelle ultime 10 partite per i Bulls.

Boston Celtics: Green 11, Sullinger 16 (16 rimb.), Zeller e Crowder 10, Turner 29, Bradley 17, Wright 2, Smart 4, Pressey 5;

Chicago Bulls: Mirotic 10, Gasol 29 (16 rimb.), Noah (12 rimb.), Hinrich e Moore 8, Rose e Gibson 12, Brooks 19, Snell 3

UTAH JAZZ @ MINNESOTA TIMBERWOLVES 101-89 – Con un dominio concretizzatosi a cavallo di secondo e terzo quarto, i Jazz espugnano il Target Center di Minneapolis e ottengono la dodicesima vittoria stagionale. Dopo un primo quarto che vede i T-Wolves affidarsi a Muhammad e al solito Wiggins (20 punti, alla fine, per lui), Trey Burke (28 punti, di cui 13 nel solo primo tempo) e Rudy Gobert (13 punti, 11 rimbalzi e 5 stoppate) guidano Utah al 27-20 complessivo di parziale che spiana la strada agli ospiti già a metà gara. Al rientro dagli spogliatoi, infatti, i padroni di casa non riescono a rientrare e, anzi, incassano il 30-20 che rende di fatto inutili gli ultimi 12 minuti di partita. Finisce 101-89 per i Jazz.

Utah Jazz: Hayward, Evans e Clark 9, Favors 15, Gobert 13 (11 rimb.), Ingles 7, Burke 28, Exum 3, Booker 8 (15 rimb.);

Minnesota Timberwolves: Muhammad e LaVine 8, Young e Bennett 7, Dieng 10, Wiggins e Williams 20, Adrien e Robinson 2, Hummel 5

MEMPHIS GRIZZLIES @ DENVER NUGGETS 85-114 – Brutta sconfitta a “Mile High City” per degli irriconoscibili Memphis Grizzlies, letteralmente spazzati via dal campo dai Denver Nuggets. Le intenzioni dei padroni di casa sono chiare fin dall’inizio, in un primo quarto da 22-32 di parziale, dominato da Ty Lawson (doppia doppia da 25 e 11 assist). Nel secondo periodo i Grizzlies riescono ad arginare un minimo l’emorragia ma all’intervallo lungo è comunque +11 Denver (38-49). E’ il terzo quarto che decide la gara con Faried (doppia doppia da 13 punti e altrettanti rimbalzi) e Lawson che guidano i Nuggets fino al +18, all’interno del 22-34 complessivo. Finisce praticamente qui, 85-114 il finale dal Pepsi Center.

Memphis Grizzlies: Allen e Koufos 6, Leuer 10, Gasol 18, Lee e Stokes 7, Conley 8, Prince 2, Carter 5, Calathes 4, Adams 12;

Denver Nuggets: Chandler 15, Faried 13 (13 rimb.), Mozgov e Arthur 4, Afflalo 23, Lawson 25 (11 ass.), Hickson e Nurkic (10 rimb.) 11, Robinson, Gee, Harris e Green 2

Non è andato niente come doveva per i Blazers, compreso l'infortunio di Freeland (foto da: www.oregonlive.com)
Non è andato niente come doveva per i Blazers, compreso l’infortunio di Freeland (foto da: www.oregonlive.com)

ATLANTA HAWKS @ PORTLAND TRAIL BLAZERS 115-107 – Continua il momento magico degli Atlanta Hawks che, al Moda Center di Portland, si prendono anche lo scalpo prestigioso dei Trail Blazers.Guidata da un Paul Millsap in buona serata (27 punti), Atlanta parte forte fin dal primo quarto (27-20), rintuzzando nel secondo il prevedibile rientro dei padroni di casa griffato, naturalmente, LaMarcus Aldridge (ennesima doppia doppia da 30 e 12 rimbalzi). Nel terzo periodo ancora Millsap, con l’aiuto di Korver (14 punti con 4/9 da tre) e Carrol (11 punti e 9 rimbalzi) guida la fuga ospite, con un vantaggio che arriva a toccare anche i 20 punti (79-59) a poco più di 3 minuti dall’ultimo intervallo. L’ennesima tripla da distanza siderale di Lillard (16 punti), per l’83-75, restituisce un minimo di speranza ai Blazers in vista del quarto periodo, dove, però, gli Hawks reggono bene alla pressione della rimonta avversaria, aggiudicandosi la W per 115-107.

Atlanta Hawks: Carrol 11, Millsap 27, Horford e Sefolosha 13 (12 rimb.), Korver 14, Teague 22, Antic 10, Schroder 5;

Portland Trail Blazers: Batum e Lillard 16, Aldridge 30 (12 rimb.), Freeland 14, Matthews 19, Kaman 2, Blake e McCollum 5

Commenta
(Visited 25 times, 1 visits today)

About The Author

Claudio Pellecchia Napoletano classe ’87, giornalista sportivo e laureato in Giurisprudenza, ammesso che le due cose possano coesistere. Folgorato sulla via di Federico Buffa, intende divulgare il verbo della palla spicchi perché, come disse qualcuno, “lei non mente mai”. Scrive anche di calcio su Rivista Undici.