Lowry nel 2013 ad un passo dai Knicks, ma i Raptors all'ultimo decisero di tenere il futuro All-Star

L’All-Star Kyle Lowry, attualmente guardia in forza ai Toronto Raptors, nel 2013 è stato ad un passo dal vestire la casacca dei New York Knicks. E’ quanto riferito proprio dal giocatore americano ad USA TODAY durante un’intervista in cui ha spiegato di come nell’affare sarebbero finiti nomi illustri come Metta World Peace e Iman Shumpert ed una futura prima scelta al draft. L’affare era praticamente concluso, ma il proprietario dei Knicks James Dolan fermò tutto in quanto era preoccupato di chiudere l’affare con Masai Ujiri, il general manager dei Denver Nuggets per portare Carmelo Anthony proprio alla Grande Mela. Ujiri, passato poi ai Raptors, aveva scambiato due settimane prima Rudy Gay da Sacramento ed era pronto per iniziare l’affare Lowry con Toronto che era sul punto di una vera e propria ricostruzione. Alla fine però i canadesi hanno tenuto Lowry, giocato i playoff in quella stagione e nella scorsa, ed oggi si trovano al secondo posto ad Est.
“Alla fine la decisione è stata presa perché rimanessi a Toronto e ognuno ha tratto i suoi benefici”, ha detto Lowry che è al secondo anno di contratto dei quattro previsti con i Raptors in cui guadagnerà 48 milioni di dollari. Chi ha fatto l’affare?

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author

Francesco Esposito Nato nel 1995, cestista da circa una decina di anni. Studente di scienze aeronautiche alla Parthenope di Napoli; appassionato di sport americani, su tutti l'NBA, e non solo.