Miami Heat @ Washington Wizards 106-95: Whiteside è il go-to-guy, vittoria comoda

Al Verizon Center di Washington, DC, mettono piede in campo ufficialmente per la prima volta in questa stagione i primi Miami Heat senza Dwyane Wade e i Washington Wizards senza John Wall, tenuto a riposo. Le rotazioni, ancora molto approssimative, e i minutaggi dei giocatori, bassi per evitare sovraccarichi muscolari, sono un classico tema della NBA preseason e in quintetto non c’è Waiters ma Babbitt per gli ospiti e, in contumacia Wall, le chiavi della squadra di casa vengono affidate al neo-acquisto Trey Burke.

I ritmi della gara non sono elevatissimi ma è elevatissima l’intensità, difensiva ed offensiva, di Hassan Whiteside, il nuovo franchise player (insieme a Winslow). Giocherà un primo quarto spaventoso: 16 punti, 2 stoppate e 6 rimbalzi tutto nei primi 12 minuti di gioco. Gortat non va neanche lontanamente vicino dal poterlo fermare e Whiteside domina area a primo tempo della gara. La gestione in regia di Dragic facilita il lavoro del lungo ma il lavoro di squadra sul quale si basa Spoelstra dà ottimi risultati. Dopo un primo quarto da 35 punti (tanta roba se contiamo che è la prima partita), arriva un secondo quarto da 26, portando Miami sul 61-44 già a metà gara. Gli attacchi e soprattutto le difese dei Wizards sembrano ancora un po’ arrugginite, ancora non troppo delineate e l’assenza di leadership si nota immediatamente. Torna a giocare, tra le note positive della gara, Bradley Beal, fresco di contratto(ne) e pronto per la stagione che potrebbe consacrarlo. L’altra nota positiva per i Wizards è la riserva di John Wall, ovvero sia Tomas Satoransky: l’esordio è sicuramente positivo, sia da playmaker sia da esterno. La prima parte del terzo quarto sorride ancora agli Heat che ricominciano forte (con Whiteside che dimostra di aver allungato il suo range di tiro) e nonostante i tentativi dei Wizards di rientrare in partita, non c’è mai un serio avvicinamento tra le due squadre. La profondità del roster di Miami fa la differenza contro una second unit di casa non ancora prontissima. Il punteggio finale finale dice 106-95 Heat, con la squadra di coach Spo sempre in controllo della situazione. Buono l’esordio, quindi, per Winslow&Co, che tirano con il 55% dal campo, il 47.8% da 3 e non benissimo i liberi (9/15 e un mediocre 60%). Saranno 5 i giocatori in doppia cifra per coach Brooks che ha bisogno di trovare risposte ad interrogativi ancora discretamente importanti.

MIAMI HEAT (1-0): Babbitt 14, Winslow 12, Whiteside 20 + 13 RT, Johnson 6, Dragic 9, Waiter 12, Williams 7, Haslem 6, Weber 4, Ellington 6, McGruder, Reed, White 3.

WASHINGTON WIZARDS (0-1): Porter 5, Morris 11, Gortat 12, Burke 14, Smith, McClellan 3, Satoransky 8, Nicholson 8, Oubre 16, Eddie 5, O’Bryant 5, House, Ochefu.

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author