Milwaukee supera Chicago, i Pelicans rovinano il debutto di George con i Clippers, bene Nuggets, Knicks e Suns

Sei partite nella notte NBA fra le quali spiccava senza dubbio la sfida del Madison Square Garden tra Knicks e Mavericks che vedeva Kristaps Porzingis tornare da avversario per la prima volta in casa dei Knicks. Nonostante però i 20 punti del lungo lettone e soprattutto la tripla doppia di Luka Doncic (33 pt, 11 reb, 10 ast) Dallas non è riuscita a portare a casa la partita cedendo solo nel finale per 106-103 al termine di una partita equilibrata e tirata per tutto l’arco dei 48′ di gioco. Vincono invece senza troppi patemi i Milwaukee Bucks trascinati come al solito dalla grande prova di Giannis Antetokounmpo autore di 38 punti e 16 rimbalzi nel successo Bucks sui Bulls per 124-115: Milwaukee comanda la gara per tutta la sua durata e tiene costantemente a distanza di sicurezza gli ospiti che hanno un piccolo sussulto solo nel finale quando ormai però non c’è più tempo per ribaltare la gara. Sorridono anche Suns e Nuggets che regolano rispettivamente Hawks (128-112) e Nets (101-93). Per Phoenix, oltre ai 27 di Booker, gran prova anche per Oubre autore di 30 punti e decisivo a chiudere già nella terza frazione un match che Atlanta non ha mai dato l’impressione di poter rimettere in piedi seriamente. Discorso diverso invece per i Nuggets che soffrono a lungo contro i Nets fino ad andare sotto anche di 15 prima dell’intervallo lungo: solo un gran secondo tempo di squadra ed un ottima prova corale con ben cinque giocatori in doppia cifra permette alla franchigia del Colorado di ribaltare inerzia e punteggio nella terza frazione e di prendersi la partita nell’ultimo quarto con i soliti decisivi canestri di un ritrovato Nikola Jokic. Vincono anche i New Orleans Pelicans e rovinano l’esordio in stagione con i Clippers di Paul George, che, nonostante i 33 punti in soli 24 minuti, non riesce ad impedire ai suoi di capitolare per 132-127 nell’ultimo quarto dopo una gran rimonta dal -14 fino al pareggio. Per i Pelicans da segnalare i 36 punti e la grande prestazione nei momenti chiave per Holiday. L’unico successo esterno di giornata è infine dei Miami Heat che espugnano 97-108 la Quicken Loans Arena di Cleveland. I Cavaliers sbagliano l’approccio alla partita e dopo due quarti si ritrovano sotto di venti punti, ostacolo insormontabile che una buona ultima frazione non basta a recuperare, Miami è brava a gestire al meglio il punteggio e resiste ai tentativi di rimonta di Love e compagni arrivando in scioltezza alla sirena finale e centrando così l’ottava vittoria in stagione.

DALLAS MAVERICKS @NEW YORK KNICKS 103-106

CHICAGO BULLS @MILWAUKEE BUCKS 115-124

ATLANTA HAWKS @PHOENIX SUNS 112-128

BROOKLYN NETS @DENVER NUGGETS 93-101

LOS ANGELES CLIPPERS @NEW ORLEANS PELICANS 127-132

MIAMI HEAT @CLEVELAND CAVALIERS 108-97

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author

Andrea Amato Studente di sociologia, giocatore di pallacanestro, napoletano dalla testa ai piedi ed innamorato dello sport più bello del mondo dal 1994. Devoto a Pete Maravich, ai San Antonio Spurs e alla pizza.