Lakers corsari ad Atlanta. Senza Embiid Sixers sconfitti dai Nets. Bene Nuggets, Pacers, Magic e Kings

Sei partite hanno caratterizzato gli NBA Sundays, con i Los Angeles Lakers ancora protagonisti. I ragazzi di coach Vogel, trascinati dai soliti LeBron James (32+13 reb e 7 ast) ed Anthony Davis (27+13 reb), espugnano la State Farm Arena di Atlanta (101-96) e centrano la 14° vittoria di fila in trasferta. Non solo, toccando rispettivamente quota 403 e 401 punti a referto in queste prime 15 partite lontano dallo Staples Center, il duo LBJ&AD diventa la prima coppia di compagni di squadra a riuscirci (ovvero 400+ punti nelle prime 15 trasferte stagionali). Per quanto riguarda gli Hawks, non è stato sufficiente Trae Young (30+7 ast e 6 reb).

Restando in orbita Western Conference, vincono anche Denver Nuggets e Sacramento Kings. I primi, di scena al Pepsi Center contro i New York Knicks, rispettano il pronostico, pur faticando più del previsto (105-111). Nikola Jokic (25+10 reb e 5 ast) è il migliore nella squadra di coach Malone, mentre si mettono in luce negli ospiti Marcus Morris (22+5 reb) e Julius Randle (20+9 reb). I Kings, invece, espugnano in scioltezza il Chase Center di San Francisco, abbattendo 100-79 i Golden State Warriors, che rimediano il 10° ko interno su 12 partite. Bogdan Bogdanovic (25+5 reb e 5 ast) e Buddy Hield (19) guidano la formazione di coach Walton; l’ex Willie Cauley-Stein (14+5 reb e 6 stl) è stato il meno peggio in quella di coach Kerr.

Spostiamoci sulla costa Est. Brutto stop per i Philadelphia 76ers, ko 89-109 al Barclays Center per mano dei Brooklyn Nets, che hanno avuto in Spencer Dinwiddie (24+6 ast) l’MVP di serata; senza Joel Embiid, ai Sixers non sono bastati Ben Simmons (20+5 reb) e Tobias Harris (17+6 reb). Bene, quindi, Indiana Pacers ed Orlando Magic. Alla Bankers Life Fieldhouse, con un quarto periodo da 19-35 di parziale e un Aaron Holiday top-scorer (23+6 reb), Indiana ha la meglio 85-107 sugli Charlotte Hornets (19+12 reb per Cody Zeller). I floridiani, guidati da Jonathan Isaac (21+11 reb) e dal rientrante Nikola Vucevic (20+9 reb) e mandando in doppia cifra otto giocatori su nove utilizzati, violano il parquet dello Smoothie King Center di New Orleans per 130-119. Non bastano ai Pelicans quattro giocatori con 20+ punti a referto: Jrue Holiday (29+8 ast), JJ Redick (23), Brandon Ingram (21+6 reb e 6 ast) e Josh Hart (20+5 reb). Non è sceso in campo Nicolò Melli.

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.