I Bucks vincono la 12° di fila. Bene Sixers, Pacers e Suns

Sei partite nella notte NBA appena trascorsa. Spiccano le vittorie di Milwaukee Bucks e Philadelphia 76ers. I ragazzi di coach Budenholzer distruggono al Fiserv Forum i New York Knicks (88-132) e portano a casa la 12° W consecutiva. Sugli scudi, as usual, Giannis Antetokounmpo (29+15 reb in appena 22 minuti). Per quanto riguarda i Sixers di coach Brown, al Wells Fargo Center vengono battuti 94-103 gli Utah Jazz e, per la franchigia della Città dell’Amore Fraterno, si tratta del 10° successo interno su 10. Tobias Harris (26+9 reb) è il migliore per Phila, mentre non basta Rudy Gobert (27+12 reb) alla squadra allenata da Quin Snyder.

Successi importanti in ottica Playoff (seppur ammettiamo sia un pò presto) per Indiana Pacers e Phoenix Sun. I primi espugnano il FedEx Forum di Memphis, superando i Grizzlies con il punteggio di 117-104: sette i giocatori in doppia cifra nella squadra di coach McMillan, con Malcolm Brogdon (19+9 ast e 6 reb) e Domantas Sabonis (18+14 reb e 8 ast) a spiccare sugli altri; Jaren Jackson Jr. (31) e Solomon Hill (22+6 reb) i migliori nei padroni di casa. I Sun, a loro volta, guidati dalla coppia Devin Booker-Kelly Oubre Jr (23 a testa a referto), violano il parquet dello Spectrum Center, spuntandola sugli Charlotte Hornets (22+5 reb per Marvin Williams) per 109-104.

Tornano a vincere, dopo 10 sconfitte consecutive, gli Atlanta Hawks che, alla State Farm Arena, schiantano i Golden State Warriors (79-104). Trae Young (24+7 assist) è sempre il faro nella franchigia della Georgia; Eric Paschall (24+9 reb e 6 ast) si salva nella squadra di coach Kerr. Infine, al Golden 1 Center di Sacramento, i Kings cedono ai Chicago Bulls, che s’impongono 113-106 guidati da Zach LaVine (28) e da Lauri Markkanen (20+7 reb). Non sono sufficienti ai padroni di casa Buddy Hield (26+5 reb) e Richaun Holmes (20+9 reb).

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.