NBA Preseason 2019, Curry ne mette 40. Rockets e Nets battono Raptors e Lakers. Clippers ko con i Nugget

Ben sette le partite che si sono giocate nell’ultima giornata/nottata di preseason. Un programma cominciato nel primo pomeriggio (italiano) di ieri, con le due sfide valevoli rispettivamente per i China Games e i Japan Games. I riflettori, per gli arcinoti risvolti della crisi che intercorre tra NBA e Cina, erano rivolti soprattutto sul match della Mercedes-Benz Arena di Shanghai tra Brooklyn Nets e Los Angeles Lakers; una partita in forse quasi fino all’ultimo, con il governo cinese che, alla fine, ha optato per cancellare qualsiasi incontro con la stampa di entrambe le franchigie, finanche del commissioner Adam Silver, oltre a non trasmettere in TV la stessa partita.

Sul parquet, al termine di un match equilibrato, si sono imposti i Nets (114-111), con schiacciata dell’ex Nwaba a 9″ dalla fine e con Caldwell-Pope a sbagliare sulla sirena la tripla dell’overtime. Spencer Dinwiddie (20+7 ast) e Taurean Prince (18) sono stati i migliori nella squadra di coach Atkinson; LeBron James (20+6 reb), Rajon Rondo (18+6 ast e 5 reb) e Anthony Davis (16+5 ast) non sono bastati agli angeleni. Da segnalare il nuovo infortunio al volto di Kyrie Irving, colpito involontariamente da Rajon Rondo dopo meno di un minuto di gioco. Alla Saitama Super Arena di Saitama City, invece, gli Houston Rockets si prendono la rivincita, battendo i Toronto Raptors con il punteggio di 111-118. In evidenza il duo Harden-Westbrook nei texani (44 punti, 13 ast, 6 reb e 6 stl ed un complessivo 13/33 dal campo), mentre per i Campioni in carica bene Norman Powell (22) e Pascal Siakam (16+7 reb).

Passiamo alle sfide della notte. Al Chase Center di San Francisco, prima vittoria per i Golden State Warriors (123-143), presi per mano contro i Minnesota Timberwolves da uno Stephen Curry davvero on fire (40+6 ast e 6 reb, 14/19 dal campo, 6/9 da tre, 6/6 ai liberi in 25′), supportato da Jordan Poole (19) e da D’Angelo Russell (16+5 ast). Per gli ospiti i migliori sono Jarrett Culver (17+5 reb) e Jake Layman (17). Allo Staples Center di Los Angeles, i Clippers vengono nettamente sconfitti dai Denver Nuggets (111-91), i quali hanno avuto in Malik Beasley (16+6 reb) il top-scorer; dall’altro lato, invece, spicca Montrezl Harrell (15+7 reb), mentre al debutto in maglia Clippers Kawhi Leonard mette a referto 7 punti e 6 assist in 11′.

Al Golden 1 Center di Sacramento i Kings, sospinti da De’Aaron Fox (18+6 ast), mandano al tappeto per 88-105 i Phoenix Suns (Devin Booker (18+7 reb) e Jevon Carter (16) i migliori). Chiudiamo con le vittorie di Oklahoma City Thunder e Portland Trail Blazers. Alla Chesapeake Energy Arena, la squadra di coach Donovan batte i neozelandesi dei New Zealand Breakers (84-110) grazie in particolare a Steven Adams (19+10 reb) e a Shai Gilgeous-Alexander (18), mentre Danilo Gallinari è stato tenuto a riposo. Rob Loe (19+5 reb) è stato il top-scorer per la squadra di Auckland. Al Moda Center, infine, i Blazers hanno avuto nettamente la meglio (68-104, 4-25 nel quarto periodo) sugli israeliani del Maccabi Haifa. A mettersi maggiormente in luce sono stati Anfernee Simons (22+5 reb) e Zach Collins (19+5 reb), mentre negli ospiti il migliore è stato Roman Sorkin (17+5 blk).

 

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.