Curry supera Allen, gli Warriors vincono a New York. OT felici per Nets e Suns

Tre partite nella notte NBA, dato il rinvio a data da destinarsi del match dello United Center tra Chicago Bulls e Detroit Pistons, a causa dell’elevato numero di giocatori della franchigia dell’Illinois costretto ai box dai protocolli anti COVID-19. Al Madison Square Garden di New York, Storia doveva essere e Storia è stata tra Golden State Warriors e New York Knicks, con Stephen Curry che opera il sorpasso su Ray Allen in cima alla classifica all-time dei giocatori con più triple realizzate in carriera. Il #30 segna la tripla dell’aggancio a quota 2.973 dopo 44″ dal tip-off, per poi realizzare quella del nuovo record, la 2.974.esima, a 7’33” dalla prima pausa, su scarico di Wiggins. Tutto il MSG si alza in piedi a tributare il giusto omaggio ad un Fenomeno che ha cambiato la concezione del Gioco; lo stesso Steph non trattiene l’emozione, abbracciato prima dai suoi compagni e da coach Kerr, poi da papà Dell e da mamma Sonya. Quindi il ‘passaggio di consegne’ con Ray Allen, ovviamente presente, e il tributo anche di Reggie Miller, in veste di secondo telecronista per TNT.

Per quanto riguarda la partita in sé, i Knicks l’hanno condotta a lungo (massimo vantaggio +8 (38-46 a 4’26” dalla pausa lunga)), in un contesto dove le difese hanno prevalso a lungo sugli attacchi, decisamente in difficoltà e con le polveri bagnate, soprattutto lato Warriors. Ospiti che si scuotono dal torpore tra la fine del terzo e l’avvio del quarto, quando arriva il primo vantaggio in double-digit (74-64 dopo 11″); segue un tira e molla, con Golden State che allunga (massimo +12 (97-85 a 2’41” dal termine)) e New York che, in particolare grazie ad un Julius Randle mai domo (31+7 reb), prova a restare in partita il più possibile. Finisce 105-96 per gli ospiti, che vedono Steph come top-scorer (22), pur ancora non brillante in termini di precisione (8/19 al tiro e 5/14 da tre), supportato dai vari Jordan Poole (19+9 reb, con 3/11 al tiro ma 13/13 ai liberi), Andrew Wiggins (18+6 reb), Nemanja Bjelica (14 e 5/5 al tiro, 4/4 da tre) e Draymond Green (8+11 reb+7 ast e 3 blk).

Vittorie all’overtime sia per i Brooklyn Nets che per i Phoenix Suns. I ragazzi di coach Nash, in campo in contemporanea con i cugini al Barclays Center contro i Toronto Raptors, e con soli 8 giocatori a disposizione, riescono a spuntarla 129-131 al termine di 53′ davvero combattuti, nei quali le due squadre si sono alternate varie volte nella conduzione del punteggio. Sugli scudi un Kevin Durant in tripla-doppia (34+13 reb e 11 ast, con 12/29 dal campo) e Patty Mills (30 e 7/14 da tre), autore della bomba che, con 13.1″ sul cronometro, ha portato il punteggio sul 120-120 e, quindi, all’overtime. Ai canadesi non sono bastati quattro giocatori con 20+ punti a referto: Fred VanVleet (31+9 ast), Pascal Siakam (25+6 reb), Gary Trent Jr. (25+5 ast) e Scottie Barnes (23+12 reb e 5 ast).

Passiamo al Moda Center di Portland, dove i Suns hanno fatto visita ai Trail Blazers di coach Scotts. Gli ospiti hanno condotto a lungo le operazioni, chiudendo sul +11 la prima frazione (32-21) e toccando un massimo vantaggio di +14 dopo 3’05” dall’avvio del secondo tempo (59-45); la reazione dei padroni di casa ha portato al sorpasso in chiusura di terzo periodo (73-75 al 36′) e al +6 a 8’12” dalla fine (83-89). Il finale è punto a punto e, a spedire le due squadre all’extra time, ci pensa CP3, con il canestro del 102-102 quando alla sirena mancavano 8.1″. L’overtime vede i ragazzi di coach Williams prendere un minimo vantaggio, e difenderlo fino alla fine (111-107). DeAndre Ayton (28+13 reb) e il già citato Chris Paul (24+14 ast+8 reb e 3 stl) sono i trascinatori di Phoenix, che resta incollata a Golden State in cima alla Western Conference, a mezza partita di distanza. Lato Blazers, arriva il 6° ko di fila, nonostante Damian Lillard (31+10 ast, ma con 11/31 al tiro e 5/16 da oltre l’arco), Norman Powell (23+6 reb) e Jusuf Nurkic (17+13 reb e 5 ast).

 

Di seguito, il riepilogo della notte:

DETROIT PISTONS (4-22) @ CHICAGO BULLS (17-10) Rinviata

TORONTO RAPTORS (13-15) @ BROOKLYN NETS (20-8) 129-131 OT

GOLDEN STATE WARRIORS (23-5) @ NEW YORK KNICKS (12-16) 105-96

PHOENIX SUNS (22-5) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (11-17) 111-107 OT

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.