I Lakers superano i Celtics. Nets e Knicks a segno in casa di Mavs e Spurs

Solo tre match nella notte NBA, e quello di cartello si è giocato allo Staples Center, dove i Los Angeles Lakers hanno ricevuto i Boston Celtics, passando per 102-117. Il primo tempo è equilibrato (55-60), poi i padroni di casa fanno la differenza nel terzo quarto, toccando prima il +19 (70-89 con 2’04” da giocare) per poi chiudere al 36′ sul +16 (75-91). Nel quarto conclusivo i ragazzi di coach Vogel toccano un massimo vantaggio di +20, tenendo saldamente in pugno la situazione. A trascinare i Lakers sono i Big Three: LeBron James (30+5 ast), Russell Westbrook (24+11 ast) ed Anthony Davis (17+16 reb). Ai Celtics non è sufficiente il solo Jayson Tatum (34+8 reb).

Sorridono anche le due newyorkesi, entrambe vittoriose in trasferta in Texas. Partiamo dai Brooklyn Nets, che battono 102-99 i Dallas Mavericks all’American Airlines Center. I locali (28+9 ast e 6 reb per Luka Doncic) guidano nel punteggio sin dall’inizio, operando poi un deciso allungo sul finire del secondo quarto, chiuso sul 50-62. Anche al rientro in campo sono i Mavs a comandare, arrivando fino ad un massimo vantaggio di +17 (54-71 a 7’30” dall’ultima pausa). Arriviamo così all’ultimo quarto, che si apre con la squadra di coach Jason Kidd avanti di 11 (75-86): gli ospiti si rimettono in carreggiata, piazzando un break di 16-4 che vale il primo sorpasso con 6’41” sul cronometro (91-90); Dallas replica due volte con Doncic, ma una tripla di Mills e un canestro di Harden vale il +3 (100-97 ad 1’23” dal termine), ribadito poi da Durant, dopo un 2/2 dalla lunetta di Porzingis (102-99 ed 1’01” da giocare). Il punteggio non si smuoverà più, con Doncic prima e Hardaway poi a fallire le triple per l’overtime. Nei Nets, in evidenza Kevin Durant (24+7 reb) e James Harden (23+12 ast e 9 reb).

I New York Knicks, invece, espugnano il parquet dell’AT&T Center di San Antonio battendo 121-109 gli Spurs. Partita che ha visto gli ospiti prenderne in mano le redini a partire dalla seconda metà del secondo quarto (53-42 a 6’04” dall’intervallo lungo) e, con più decisione, dal terzo periodo in poi, con un vantaggio in doppia cifra riconquistato subito dopo il rientro in campo (70-58 dopo 1’38” di gioco) e mantenuto pressoché costante fino alla fine. Spicca R.J. Barrett nei Knicks (32+5 reb e 7/8 da tre), supportato dai vari Alec Burks (18+5 ast), Immanuel Quickley (16+5 reb) e Julius Randle (15+7 reb e 7 ast). Negli Spurs, il migliore è stato Derrick White (26+7 ast e 6 reb).

Di seguito, il riepilogo della notte:

BROOKLYN NETS (17-7) @ DALLAS MAVERICKS (11-12) 102-99

NEW YORK KNICKS (12-12) @ SAN ANTONIO SPURS (8-15) 121-109

BOSTON CELTICS (13-12) @ LOS ANGELES LAKERS (13-12) 102-117

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.