Harden e Doncic trascinano Rockets e Mavericks. Ok Celtics, Thunder e Pelicans

Cinque match hanno animato la notte NBA, con ben quattro vittorie esterne. Cominciamo dallo United Center di Chicago, dove un James Harden quasi in tripla-doppia (42 (12/27 al tiro)+10 reb e 9 ast) trascina al successo gli Houston Rockets (117-94), che contro i Bulls hanno potuto contare anche sull’apporto di Russell Westbrook (26+7 reb) e di Clint Capela (16+20 reb e 4 blk). Serata molto prolifica in attacco per Dallas Mavericks e Boston Celtics. I texani, guidati dal solito Luka Doncic (24+14 reb e 8 ast) e da Tim Hardaway Jr (20), espugnano il FedEx Forum, con un 138-122 ai danni dei Memphis Grizzlies (Jaren Jackson Jr il migliore (23)). La squadra di coach Stevens, a sua volta, ottiene una convincente vittoria sul parquet dell’AT&T Center di San Antonio, travolgendo gli Spurs (135-115). In evidenza Jaylen Brown (30+7 reb), Kemba Walker (26+8 ast e 5 reb) e Jayson Tatum (19+7 reb e 3 stl); non bastano alla squadra di coach Popovich le prove di DeMar DeRozan (22) e Patty Mills (20).

Alla Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City, arriva la quarta W stagionale per i Thunder di coach Donovan, a segno al termine di una sfida combattuta contro i Golden State Warriors (108-114), con il nostro Danilo Gallinari sugli scudi (21+5 reb), supportato da Chris Paul (16+9 ast e 5 reb) e da Dennis Schroder (16+6 reb e 6 ast). Ai californiani, privi anche di Eric Paschall (problema all’anca destra), non sono sufficienti D’Angelo Russell (30+7 ast), Alec Burks (23+5 reb) e Glenn Robinson III (18). Infine, allo Spectrum Center di Charlotte, i New Orleans Pelicans trovano la seconda W in stagione, avendo la meglio sugli Hornets per 115-110, con Brandon Ingram (25+9 reb) e JJ Redick (22+5 reb) in evidenza. Devonte Graham (24+10 ast e 5 reb) è il top-scorer negli Hornets.

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.