NBA24 PLAYOFF PREVIEW - Indiana Pacers, fuga per l'upset?

Dopo aver mancato i playoff nella scorsa stagione, ad Indianapolis ci si è accorti che era ora di ricostruire: e allora via David West, Luis Scola, Chris Copeland e Roy Hibbert, e dentro Ian Mahinmi, Jordan Hill e Monta Ellis. Ci si aggiunga, inoltre, l’ottima scelta al draft di un sorprendente Miles Turner e l’arrivo a metà stagione dei “reietto” Ty Lawson, scaricato dagli Houston Rokets. Paul George diventa il giocatore franchigia da cui ripartire, una scelta compiuta per motivare il giocatore dopo aver perso tutta la scorsa stagione per un terribile infortunio alla gamba. A questi playoff se la vedranno al primo turno contro i Toronto Raptors: nonostante questa sia stata la stagione con più vittorie per i canadesi, la squadra di coach Casey ha dimostrato nelle due scorse postseason di non essere lucida in stagione regolare. In più il nuovo acquisto DeMarre Carroll sta dimostrando ben poco rispetto alla scorsa stagione con Atlanta, anche se c’è da dire che l’infortunio al ginocchio continua a limitare molto le sue prestazioni

ROSTER: George Hill, Ty Lawson, Rodney Stuckey, Joe Young, Monta Ellis, Glenn Robinson III, Paul George, CJ Miles, Miles Turner, Solomon Hill, Lavoy Allen, Rakeem Christmas, Ian Mahinmi, Jordan Hill.

REGULAR SEASON: La prima settimana di RS parte male con tre sconfitte di fila e prime piccole paure che si installano nello spogliatoio, complice un Paul George appena rientrato dal pesante infortunio e un Monta Ellis ancora con le polveri bagnate. Il momento negativo prosegue fino alla terza settimana, nella quale Indiana perde solo una partita contro i Cavaliers e finalmente rende il proprio record positivo. Da qui fino all’All Star Game il percorso è sempre piuttosto costante, la squadra si aggira tra il quarto e il quinto posto ad Est. Al rientro dalla pausa avviene il primo calo della stagione, nel quale la squadra perde quattro partite di fila con uno scarto inferiore ai 4 punti. Per fortuna PG13 riprende fiato e i Pacers tornano a vincere. Nel finale di stagione, però, riappaiono i fantasmi dello scorso anno: Indiana perde al Madison Square Garden contro dei Knicks privi di Melo e Porzingis e affilano altre due sconfitte in back to back a Chicago ed Orlando. L’ultima settimana è immacolata in termini di vittorie e il settimo posto viene messo in ghiaccio.

LA SQUADRA: Ovviamente per l’uomo chiave si va da Paul George: unico All Star della squadra, in questa regular season ha dimostrato di essersi ripreso al 100%, e di poter convivere insieme a Monta Ellis, cosa non esattamente scontata. In stagione, nella quale non ha mancato neanche una partita, ha viaggiato con una media di 23.1 punti (massimo in carriera), 4.3 assist (massimo in carriera) e 7 rimbalzi. Considerata la presenza di un Demarre Carroll non al 100% non avrà un avversario di livello da fronteggiare in difesa, e questo dato non può che far pendere l’ago della bilancia a favore dei Pacers.

PRONOSTICO: Che NBA sarebbe senza upset? Vittoria dei Pacers 4-3.

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author

Marco Di Egidio Teramano, classe '92, studente di giurisprudenza presso l'Università di Bologna. Ex giocatore di pallacanestro, amante del gioco a tutte le sue latitutidini, idoli giovanili del tutto romantici: Vince Carter e Mario Boni.