Nets, parla Prokhorov: "Io primo responsabile, ma ci rialzeremo"

“Siamo delusi per quello che è successo e io non mi nascondo, sono il primo responsabile della situazione nella quale si trova attualmente Brooklyn. Ora vogliamo cambiare pagina e dare una svolta alla franchigia”. E’ un Mikhail Prokhorov a tutto tondo quello che, in conferenza stampa, spiega ai giornalisti i recenti stravolgimenti nel front office dei Brooklyn Nets. E se i proclami relativi al prossimo futuro devono essere presi con le molle (“Competeremo per il titolo già dal prossimo anno”), ben più realistica è l’analisi complessiva del progetto Nets a 6 anni dal suo avvento: “Rispetto a sei anni fa siamo comunque in una situazione migliore: abbiamo un’ottima flessibilità a livello finanziario già dalla prossima stagione, sono convinto che sarà una sfida moto affascinante per il prossimo general manager e anche per il nostro futuro coach. Abbiamo bisogno di una nuova leadership e, per come vedo io il basket, sono molto più propenso a tenere i ruoli separati: quindi non penso cercheremo una persona che oltre ad allenare abbia anche la mansione di general manager”.

E a proposito dei candidati per i posti vacanti, sfumato probabilmente John Calipari, il proprietario russo preferisce non sbilanciarsi: “Calipari è un grande allenatore, ma in questo momento non vogliamo fare nomi. Ci sono tanti candidati interessanti sia per il ruolo di g.m. sia per quello di head coach. Un g.m. o un allenatore internazionale? Non escludo nulla. Di sicuro incontrerò personalmente tutti i candidati”.

 

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author

Claudio Pellecchia Napoletano classe ’87, giornalista sportivo e laureato in Giurisprudenza, ammesso che le due cose possano coesistere. Folgorato sulla via di Federico Buffa, intende divulgare il verbo della palla spicchi perché, come disse qualcuno, “lei non mente mai”. Scrive anche di calcio su Rivista Undici.