New York e Toronto cadono di nuovo, i Lakers ritrovano la vittoria sui Pacers

Milwaukee Bucks – New York Knicks 95-82

Altra vittoria per gli uomini di Kidd, che escono trionfanti dal Madison Square Garden e approfittano per accorciare sui Cavaliers, che li precedono in classifica. A mettere le cose in chiaro sin da subito è il solito Antetokoumpo, che schiaccia con veemenza, a cui risponde però Hardaway Jr. con una tripla dalla lunghissima distanza. Nel secondo quarto i Bucks cercano l’allungo prima attraverso il tiro in fade-away di Mayo e poi con l’assist di Marshall per la schiacciata impressionante di Knight, che si conferma in grandissima forma (34-27). Dopo l’intervallo i Knicks provano ad avvicinarsi con la tripla di Smith, ma quella in risposta di Antetokounmpo e l’attacco in penetrazione di Knight regalano un +10 ai Bucks prima dell’ultimo periodo. A dare il colpo di grazia ci pensano ancora il greco, coadiuvato da Marshall, che sotto canestro sono liberi di muoversi a piacimento. New York crolla e la vittoria va a Milwaukee.

Milwaukee Bucks: Antetokounmpo 16 (12 rimbalzi), O’Bryant 10, Pachulia 16 (14 rimbalzi), Knight 17, Middleton 8, Dudley 2, Henson 4, Mayo 4, Bayless 3, Marshall 15.

New York Knicks: Acy 9, Smith 15, Aldrich 12, Calderon 7, Hardaway 17, J. Smith 10, Wear 5, Larkin 2, Early 5.

bleacherreport.com
bleacherreport.com

Toronto Raptors – Phoenix Suns 109-125

Continua il periodo nero per i Raptors, alla terza sconfitta consecutiva e superati da Bulls e Hawks negli ultimi giorni, mentre i Suns si rilanciano in zona playoff grazie all’importante vittoria. Inizio traumatico per i canadesi, che subiscono immediatamente il contropiede di Dragic, a cui seguono le due triple di Thomas, in grande serata. Nel secondo quarto la musica non sembra cambiare e dopo la schiacciata di Len, i Suns continuano con l’ennesimo contropiede realizzato da Bledsoe (51-70 all’intervallo). Nel secondo tempo la difesa dei Raptors si spezza e viene costantemente punita da un Dragic in grande spolvero dal perimetro, prima di assistere alla poderosa schiacciata di Goodwin, che chiude definitivamente i giochi nell’ultimo quarto. Mini crisi per i Raptors, apparsi un po’ stanchi e completamente dominati dagli avversari.

Toronto Raptors: Fields 2, Johnson 5, Valanciunas 21 (10 rimbalzi), Ross 12, Lowry 19, Vasquez 2, Williams 17, Patterson 6, J. Johnson 17, Hansbrough 4, Nogueira 4.

Phoenix Suns: Tucker 9, Morris 6, Len 10, Dragic 18, Bledsoe 20, Thomas 18, M. Morris 10, Green 11, Plumlee 9, Goodwin 12, Warren 2.

Indiana Pacers – Los Angeles Lakers 87-88

Allo Staples Center i Lakers trovano una vittoria di misura contro dei Pacers che venivano da una buona striscia di risultati positivi. Dopo un primo tempo con i Pacers quasi sempre in vantaggio, ecco che nel terzo quarto i Lakers si risvegliano, con Price che prima sbaglia una schiacciata clamorosa e poi si fa perdonare mettendone dentro una altrettanto pirotecnica. Dopo un ottimo canestro in reverse di Young scatta la rissa nell’area giallo-viola, con Boozer che atterra Hibbert e viene punito sia dal flagrant foul che dalla stoppata dello stesso Hibbert pochi minuti dopo. Finale emozionante dopo il vantaggio dei Lakers attraverso la tripla di Bryant, a cui risponde Sloan per il nuovo sorpasso dei Pacers. Alla fine è Kobe a mettere il punto decisivo, visto che sul buzzer-beater Hibbert tenta un improbabile gancio che stento colpisce il tabellone.

Indiana Pacers: Hill 10, West 11, Hibbert 12 (11 rimbalzi), Stuckey 10, Sloan 16, Miles 19, Allen 2, Copeland 2, Scola 5.

Los Angeles Lakers: Johnson 0, Davis 11, Hill 4, Bryant 20, Price 7, Boozer 12, Young 22, Ellington 2, Lin 10.

Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author

Vincenzo Florio Nato a Napoli nel 1994. Laureando in Giurisprudenza e aspirante giornalista, fondatore di Nba24.it e firma di WorldOfWrestling.it. Diviso agonisticamente tra The Beard e Paul George, il cuore resta solo di Steve Nash.