Oklahoma City Thunder@New York Knicks 128-122: servono 44 punti di KD ed un Overtime ad OKC per sbancare il Madison

Ai Thunder servono un Overtime e i 44 punti di uno scatenato Kevin Durant per avere la meglio dei New York Knicks al Madison Square Garden e conquistare la vittoria numero 34 della loro stagione.

In campo non c’è Carmelo Anthony, che segue i suoi compagni dalla panchina, ma comunque la squadra di Derek Fisher vende carissima la pelle per tutto il match. Partono bene i padroni di casa che all’intervallo di metà gara sono addirittura avanti di 2 punti. In equilibrio anche il terzo quarto (28-27 per NY il parziale) e la rimonta di OKC arriva solo prima dell’ultima sirena. Galloway (21 dalla panchina) e Williams (19) illudono il Madison nel finale portando avanti i padroni di casa, poi KD si carica il peso dei Thunder sulle spalle e va a siglare il pareggio. L’ultima occasione per vincere il match è nelle mani di Afflalo, ma il suo jumper balla sul ferro prima di essere sputato fuori e sancire l’Overtime.

Nel supplementare OKC vola via quasi senza problemi; oltre al bottino di Durant vanno aggiunti i 30 punti con 10 assist per uno scatenato Westbrook. Per i Thunder una vittoria utilissima che li mantiene al terzo posto ad Ovest; per Fisher e tutta New York l’ennesima dimostrazione di quanto questa squadra possa far bene e crescere ancora, con l’ottavo posto per i Playoff ancora lì, abbondantemente alla portata.

OKLAHOMA CITY – Durant 44, Ibaka 12, Adams 2, Westbrook 30 e 10 Ass, Waiters 14, Payne 12, Kanter 2, Morrow 3, Singler 2.

NEW YORK – Porzingis 15, Thomas 16, Lopez 10, Afflalo 17, Calderon 6, Williams 19 e 10 reb, Galloway 21, Grant 7, Seraphin 8, O’Quinn 3, Vujacic.

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Arpaia Napoletano classe ’91, da sempre malato di NBA. Giurista e pubblicista, crede in un solo Dio: Rasheed Wallace. Tutto il resto è Jordan. Fondatore di NBA24.it.