Pierce e Wall guidano i Wizards a Orlando, Jones non basta a OKC che perde anche Westbrook

wizofawes.com
wizofawes.com

WASHINGTON WIZARDS @ ORLANDO MAGIC 105-98
Incerta fino alla fine la partita dell’Amway Center di Orlando. Apre le danze la tripla di Channing Frye, che si mette in visione di Vucevic che dal post gli serve un delizioso assist. Dall’altro lato, rispone John Wall, autore di una sontuosa doppia doppia, che in contropiede schiaccia i punti del 20-16. Nel secondo quarto, Ridnour serve Aaron Gordon in contropiede e quest’ultimo alza la palla per la schiacciata dell’altro Gordon, Ben, con Orlando che si porta sul -2. La chiusura del primo tempo è offerta da Wall, che con 4’’ sul cronometro, parte dalla sua area, si arresta al limite di quella avversaria per la tripla che manda le squadre a riposo sul 54-51 in favore degli ospiti. Al rientro dagli spogliatoi, Washington riesce a compiere l’allungo che poi risulterà decisivo per il resto della partita. Contribuisce anche Gortat, che si libera dalla marcatura e schiaccia il +10 Wizards. Wall incrementa il vantaggio: Nene ruba la palla a Fournier e come al solito lancia il suo playmaker che si trova secondo lo schema a tu per tu col canestro per il 67-55. Orlando si rifà sotto nell’ultimo quarto e ci prova con Vucevic che gioca un buon pick&pop con Ridnour e dalla media trova il canestro del 90-81. La rimonta prosegue: prima Ridnour va in palleggio-arresto-tiro (96-90), poi Fournier sull’azione successiva spara da 8 metri la tripla del -3 a 3’28’’ dalla fine. Come spesso accade, è Pierce a prendersi la responsabilità di chiudere la partita: si fa servire in post da Nene, un paio di finte e poi il più classico dei suoi fade-away (100-95). La parola “fine” la scrive Wall, con il lay-up dopo una bellissima penetrazione.
WASHINGTON WIZARDS:
Pierce 16, Nene 12, Gortat 20 (12 reb), Temple 12, Wall 30 (12 ast), Gooden 4, Porter 4, Rice 5, Miller 2, Seraphin, Humphries.
ORLANDO MAGIC: Harris 14, Frye 2, Vucevic 23 (12 reb), Fournier 21, Payton 2, A. Gordon 4, Dedmon, B. Gordon 22, Ridnour 8, Green 2, Nicholson.

OKLAHOMA CITY THUNDER @ LOS ANGELES CLIPPERS 90-93
I Thunder, troppo rimaneggiati, non riescono nel miracolo all Staples Center, ma ci vanno vicini. Partebene OKC, con la tripla di Perry Jones, strepitoso ieri, che manda i Thunder sul 20-12. La forza a LA, si sa, sono i lunghi. Spencer Hawes lo ricorda a Lance Thomas quando lo stoppa ad inizio secondo quarto. I Clippers riescono poi nel sorpasso, quando Crawford si fa trovare pronto a ricevere il passaggio (rischioso) di Douglas-Roberts e convertirlo nella tripla del 32-34. Poi, il punto di svolta della partita: a rimbalzo, Westbrook ha un contatto con le mani di Jordan e Perkins e si procura una microfrattura alla mano. Il suo posto verrà preso da Telfair, che farà di tutto per non farlo rimpiangere. Come a metà terzo quarto, quando penetra e poi si inventa una parabola pazzesca nel traffico per il 50-53. E’ della partita anche Griffin: Adams gli dà spazio e lui prende il tiro dalla media per il +1 LAC. Il canestro con fallo (di Telfair) permetterà ai Clippers di piazzare un mini-parziale sul finire di terzo quarto. L’ultimo periodo diventa una sagra della tripla: parte Crawford servito da Griffin (67-75), poi è Perry Jones che liberatosi della marcatura proprio di Jamal riceve da Thomas e spara (74-80), ancora Jones che finge la penetrazione e trova Ibaka alla sua destra che dall’arco non fallisce (82-86); non può non unirsi alla festa anche JJ Redick, che sfrutta il blocco perfetto di Jordan e brucia la difesa con la tripla dell’82-89, ma dall’altro lato arriva la risposta puntuale di Telfair con una tripla dal palleggio per l’88-89 che rende infuocato l’ultimo minuto e mezzo di partita. I viaggi in lunetta sono perfetti per entrambe le squadre. Ibaka è quello scelto per la tripla del pareggio, ma la palla tocca il primo ferro e i Thunder rinviano l’appuntamento con la prima vittoria stagionale.
OKLAHOMA CITY THUNDER:
Jones 32, Ibaka 17, Adams 6 (10 reb), Roberson 9, Westbrook 2, Telfair 11, Collison 6, Perkins 3, Thomas 4.
LOS ANGELES CLIPPERS: Barnes 7, Griffin 23,Jordan 8 (10 reb), Redick 5, Paul 22, Hawes 4, Crawford 16, Udoh, Douglas-Roberts 2, Farmar 6.

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author

Salvatore Malfitano Classe ’94, napoletano, studente di legge e giornalista. Collaboratore per Il Roma dal 2012 e per gianlucadimarzio.com, direttore di nba24.it e tuttobasket.net. Appassionato di calcio quanto di NBA. L'amore per il basket nasce e rimarrà sempre grazie a Paul Pierce. #StocktonToMalone