Quinto successo consecutivo per i Timberwolves, Edwards: "Merito della difesa"

Grazie alla vittoria nella notte contro i Miami Heat per 113-101, i Minnesota Timberwolves hanno ottenuto il loro quinto successo consecutivo. Per la franchigia di Minneapolis è la striscia vincente più lunga degli ultimi quattro anni.

La strada per i Timberwolves si è fatta subito in salita durante il primo tempo quando Karl-Anthony Towns si è trovato presto limitato dai falli e gli Heat hanno preso il largo nel secondo quarto chiuso avanti di otto lunghezze sul 54-62. Nella seconda metà di partita però i padroni di casa sono riusciti a rimontare grazie soprattutto ad un ultimo quarto vinto per 27-19 e alla clamorosa prestazione di Anthony Edwards, autore di una doppia-doppia da 33 punti e 14 rimbalzi: “Quando Towns nel primo tempo è dovuto uscire, mi sono detto che il nostro primo obiettivo doveva essere quello di resistere fino al suo rientro” – ha commentato la prima scelta del draft 2020 in conferenza stampa – “Così ho cercato di rendermi utile alla squadra prendendomi più responsabilità sui due lati del campo, alla fine sono entrato in fiducia e i miei compagni hanno continuato a passarmi la palla. Le riserve ci hanno aiutato molto, Prince, McDaniels e Beasley sono stati straordinari”.

Sull’88-82 all’inizio della quarta frazione, Edwards ha segnato una spettacolare schiacciata in testa all’esterno avversario Gabe Vincent, ma gli arbitri hanno fischiato un fallo in attacco annullando così il canestro: “Non so come abbiano potuto seriamente fischiare fallo in quella situazione” – dice il prodotto di Georgia a riguardo – “Se fossi un arbitro dopo una schiacciata del genere non farei mai quella chiamata, a prescindere dalla posizione corretta o meno del difensore”.

Parlando del momento della squadra infine Edwards esalta le doti difensive di Timberwolves: “Abbiamo tanti difensori eccellenti, nonostante l’assenza di uno specialista come Okogie riusciamo a fare molto bene nella nostra metà campo perché abbiamo giocatori come Beverley, Vanderbilt e Prince bravissimi a difendere. Anch’io grazie a loro credo di star migliorando molto in difesa”.

Minnesota, attualmente ottava nella Western Conference con  record 9-9, proverà ad allungare la propria striscia di successi sabato nella complicata trasferta allo Spectrum Center di Charlotte contro gli Hornets, anche loro in un periodo molto positivo con una sola sconfitta nelle ultime otto partite disputate.

Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.