Raptors e Pacers sorprendono Sixers e Jazz, vittoria al fotofinish per i Clippers

Nonostante le sole tre partite in programma nella notte, c’è stato tanto spettacolo con due vittorie in trasferta e un’affermazione casalinga di misura.

Continua l’ottimo inizio di stagione dei Toronto Raptors che hanno avuto la meglio su Philadelphia con il punteggio di 115-109. Terzo quarto fondamentale per i ragazzi di coach Nick Nurse con Fred VanVleet e Anunoby a fare la voce grossa in attacco e in difesa. Proprio VanVleet è l’MVP assoluto del match con 32 punti, 6 rimbalzi e 7 assist, bene Anunoby e Trent Jr con 20 punti a testa, 13 punti per il rookie Barnes. Non bastano ai 76ers i 33 punti di uno scatenato Tyrese Maxey e i 19 punti con 7 rimbalzi e 7 assist di Harris per vincere la partita.

La sorpresa del giorno arriva da Utah dove i padroni di casa si fanno battere dagli Indiana Pacers per 111-100. Partita molto tirata e soprattutto nervosa con una rissa tra Turner e Gobert che scaturisce ben tre espulsioni nell’ultimo quarto. E’ Malcolm Brogdon il miglior realizzatore della partita con 30 punti e 9 rimbalzi, ottimo l’apporto dalla panchina di McConnell con 21 punti e 8 rimbalzi, 14 punti per il rookie Kelan Martin. Nei Jazz Donovan Mitchell segna 26 punti ma saranno utili solo per le statistiche, 19 punti e 11 rimbalzi per Rudy Gobert.

Continua l’ottimo momento dei Los Angeles Clippers che superano i Miami Heat 112-109 e si portano ad un record di 7-4. Dopo un inizio migliore degli ospiti sono venuti fuori Paul George e Reggie Jackson con un parziale di 31-18 nel secondo quarto che ha riequilibrato la partita. Nel terzo quarto i padroni di casa hanno cercato la fuga ma gli Heat sono rimasti a contatto fino alla tripla finale di George e alla palla recuperata di Batum che ha definitivamente chiuso la contesa. Proprio PG è l’MVP della partita con 27 punti, 4 rimbalzi, 5 assist e 3 palle rubate. Benissimo Eric Bledsoe che chiude con 21 punti e 9 assist e Reggie Jackson che segna 22 punti. Sconfitta che brucia per gli Heat dopo i 30 punti e 11 rimbalzi di Adebayo, i 23 punti con 7 rimbalzi di Herro e i 25 punti di Kyle Lowry.

Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Delpiero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.