Steven Adams chiede scusa per le sue dichiarazioni a caldo sulle guardie dei Warriors

Li aveva definiti “piccole e veloci scimmie” proprio nel post-gara di Oakland quando i suoi Thunder avevano appena battuto i Golden State Warriors in Game 1 delle finali di un’infuocata Western Conference. Steven Adams ha voluto però immediatamente scusarsi definendo una “sciagurata scelta di parole” le sue affermazioni sui campioni in carica. Spinto dall’adrenalina dell’impresa appena realizzata dai suoi, infatti, il neozelandese si è lasciato sfuggire delle dichiarazioni che hanno destato disappunto e indignazione tra i media, i tifosi e gli stessi avversari, in una lega che (va ricordato) si compone per l’80% di afro-americani. Il centro oceanico, però, ha anche provato a giustificarsi dicendo che “ci sono parole diverse, espressioni diverse che assumono un significato diverso in base al paese in cui ti trovi” e le sue parole sono state “mal espresse e mal percepite”.

Commenta
(Visited 228 times, 1 visits today)

About The Author

Teo Potenza 23 anni, studente di Lingue e letterature moderne presso l'Università degli studi della Basilicata. Aspirante storyteller cresciuto nel mito di Federico Buffa. Fede nerazzurra e neroargento. Mentori Mourinho e Popovich. Idoli Bryant e Ginobili. Tutto il resto è Wilt Chamberlain.