MEMPHIS-PORTLAND - I Top e i Flop della serie

Top :
Mike Conley sicuramente fino a gara 3 decisivo non solo offensivamente, dove porta sempre il suo contributo, ma soprattutto in difesa  con la sua difesa su Lillard che è rimasto imbrigliato nella sua marcatura e i suoi numero con e senza Conley dall’altro lato ne sono la prova.
Courtney Lee è il vero e proprio ago della bilancia offensivo dei Grizzlies se lui gira il contachilometri offensivo di Memphis sale fino a far diventare la franchigia del Tennessee une tra le pretendenti al titolo come è stata per lunghi tratti nel corso della regular season.
zbo gasolZ-Bo e Gasol, nel fare il gioco alto basso non sono secondi a nessuno al mondo e riescono a fornire non solo  punti in un attacco a tratti sterile e che non alza mai particolarmente il ritmo, ma anche una discreta solidità difensiva. Sarà curioso vederli giocare contro i Warriors che al contrario tendono ad alzare a dismisura il ritmo e cercheranno in tutti modi, nella metà campo difensiva, di portarli lontano da canestro.

CjMcllum è stato l’unica sorpresa positiva dall panchina per Portland, ha dato a coach Stotts aggressività e pericolosità dall’arco che Afflalo non gli ha dato, complici anche le condizioni fisiche precarie, ed ha chiuso la serie con una gara 5 da 33 punti in uscita dalla panchina, non male.
Flop: 
Lillard ha tirato male nei primi 3 episodi della serie ed ha finito con il perdere aggressività in attacco. Quando si è ricordato che la sua squadra in sostanza dipendeva da lui, ha provato a trascinare i compagni in una rimonta che avrebbe avuto dell’ incredibile ma non è riuscito a condurli oltre il 4-1, che ha comunque permesso di evitare un cappotto che sarebbe stato abbastanza umiliante.
LaMarcus Aldridge : da lui ci si aspetta sempre molto sia in attacco che a rimbalzo, ma contro Z-Bo e Gasol e in generale la difesa dei Grizzlies anche lui rimane imbrigliato e, tirando con percentuali basse, esce a poco a poco dalla serie. Forse distratto anche sul suo futuro, che in estate lo vedrà diventare free agent e che lo porterà molto probabilmente lontano da Portland, non riesce mai a incidere sul serio come è nelle sua potenzialità, da ricordare, però, anche i problemi seri al legamento del pollice della mano sinistra che lo hanno condizionato.
Arron Afflalo : doveva essere il sostituto di Metthwes, forse non è forte quando lui, ma per caratteristiche avrebbe potuto, quanto meno, emularlo. A causa, anche per lui, di condizioni fisiche incerte per una distorsione alla caviglia subita nelle utlime giornate di regular season. Lo specchio della sua serie, iniziata comunque a gara 3, è l’ultima partita giocata a Memphis chiusa a 0 punti realizzati.
2013_damian_lillard

Commenta
(Visited 39 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Labalme Nato a Napoli il 5/3/95. Studente di lettere moderne alla Federico II. Lo sport è parte essenziale della mia vita: lo pratico, lo seguo e da un po' sto provando anche a raccontarlo. Gioco a basket da semi-pro, a calcio per passione: Ball is life.