Un anno di emozioni NBA in 13 istantanee

Si chiude il 2017 anche per la NBA. Un’annata ricca di emozioni (anche negative, come poi vedremo), che ci ha regalato tanti momenti da ricordare. A partire dal titolo da dominatori vinto dai Golden State Warriors dei Big Four, ovvero Stephen Curry, Kevin Durant (MVP delle Finals), Klay Thompson e Draymond Green, con un pazzesco 16-1 ai Playoff. Passando per il titolo di MVP vinto da Mr. Triple Double, Russell Westbrook e per quella macchina perfetta macina-record che risponde al nome di LeBron James.

Senza dimenticare trade che hanno sconvolto la faccia di non poche franchigie (asse Cleveland-Boston su tutti per l’affare Irving-Thomas) e i tanti talenti che sono sbocciati o che stanno per sbocciare in giro per i parquet degli States, oltre anche a qualche momento del quale avremmo volentieri fatto a meno, infortunio di Hayward su tutti. Noi di NBA24.it abbiamo deciso di ripercorrere, mese per mese, tutto il 2017, scegliendo le istantanee che, a nostro parere, meglio ne hanno rappresentato i vari momenti. E allora buon divertimento.

GENNAIO: JOEL EMBIID

Embiid, durante il match con i Rockets del 27 Gennaio 2017 (foto da: youtube.com)
Embiid, durante il match con i Rockets del 27 Gennaio 2017 (foto da: youtube.com)

Dopo aver finalmente esordito nella Lega il 26 Ottobre 2016, dopo due anni di stop forzato, Joel Embiid mette subito il suo sigillo. Al grido del mantra #TrustTheProcess, il gigante camerunense ridà entusiasmo ad una piazza appassionata come quella di Philadelphia, vivendo un mese di Gennaio da assoluto protagonista.

FEBBRAIO: MAGIC JOHNSON SUL PONTE DI COMANDO DEI LOS ANGELES LAKERS

21 Febbraio 2017, Magic Johnson viene nominato President of Basketball Operations dei Los Angeles Lakers (foto da: youtube.com)
21 Febbraio 2017, Magic Johnson viene nominato President of Basketball Operations dei Los Angeles Lakers (foto da: youtube.com)

In un momento assolutamente non facile della loro storia, i Los Angeles Lakers scelgono di cambiare, licenziando il duo Mitch Kupchak-Jim Buss, e si affidano al mito Magic Johnson, nominato President of Basketball Operations, venendo poi affiancato, poco dopo, dal nuovo GM, Rob Pelinka.

MARZO: KARL-ANTHONY TOWNS NON SMETTE DI STUPIRE

8 Marzo 2017: mettendo a referto 29 punti e 14 rimbalzi nel match contro i Clippers, Karl-Anthony Towns realizza la 100.esima doppia doppia in carriera (foto da: youtube.com)
8 Marzo 2017: mettendo a referto 29 punti e 14 rimbalzi nel match contro i Clippers, Karl-Anthony Towns realizza la 100.esima doppia doppia in carriera (foto da: youtube.com)

Fresco del premio di ROTY 2016, Karl-Anthony Towns da ancora una volta prova delle sue grandi qualità. Siamo ad inizio mese quando il nativo di Edison, New Jersey, contro i Los Angeles Clippers mette a referto la 100.esima doppia doppia della sua ancor giovanissima carriera, divenendo il secondo più giovane di sempre a riuscire nell’impresa, dietro solo a Dwight Howard.

APRILE: RUSSELL WESTBROOK, TRIPLE DOUBLE MACHINE

Contro i Nuggets, Russell Westbrook realizza la 42.esima tripla doppia stagionale. E' record! (foto da: youtube.com)
Contro i Nuggets, Russell Westbrook realizza la 42.esima tripla doppia stagionale. E’ record! (foto da: youtube.com)

Una stagione pazzesca, quella di Russell Westbrook. Il 9 Aprile, il Pepsi Center di Denver assiste ad un momento storico: con 50 punti, 16 rimbalzi e 10 assist, il #0 dei Thunder mette a segno la 42.esima tripla doppia stagionale, realizzando il nuovo primato assoluto della NBA, migliorando il precedente record di Oscar Robertson.

MAGGIO: LEBRON JAMES E’ ANCORA ‘KING’ AD EST

NBA Playoff 2017: per il 7° anno consecutivo, LeBron James vince la Eastern Conference a vola alle Finals (foto da: youtube.com)
NBA Playoff 2017: per il 7° anno consecutivo, LeBron James vince la Eastern Conference a vola alle Finals (foto da: youtube.com)

Ad Est non c’è storia. I Boston Celtics ci provano, ma alle Finals vanno ancora i Cleveland Cavaliers. Per LeBron James si tratta del 7° trionfo di fila nelle Eastern Conference Finals. Ma non è tutto. In Gara-5 contro i ragazzi di coach Stevens, The King mette a referto 35 punti, operando il sorpasso ai danni di Michael Jordan in cima alla classifica dei migliori marcatori di sempre ai Playoff.

GIUGNO: RUSSELL WESTBROOK MVP 2017

26 Giugno 2017, Russell Westbrook riceve dalle mani del Commissioner Adam Silver il premio di MVP (foto da: youtube.com)
26 Giugno 2017, Russell Westbrook riceve dalle mani del Commissioner Adam Silver il premio di MVP (foto da: youtube.com)

In un mese segnato dalla tonitruante vittoria dei Golden State Warriors nelle NBA Finals, spazzando via i Cleveland Cavaliers con un secco 4-1 e con Kevin Durant nominato MVP delle Finals 2017, a far parlare di sé è ancora Russell Westbrook. La stella degli Oklahoma City Thunder, grazie ad una stagione irreale, vissuta in tripla doppia di media (31.6 punti, 10.7 reb, 10.4 ast), primo a riuscirci dai tempi di Oscar Robertson (1961-62), si aggiudica il riconoscimento di MVP per la stagione 2016/17.

LUGLIO: RINNOVO RECORD PER STEPHEN CURRY

Stephen Curry, durante le NBA Finals 2017 (foto da: youtube.com)
Stephen Curry, durante le NBA Finals 2017 (foto da: youtube.com)

Dopo aver vinto due titoli di MVP (il secondo all’unanimità) e due titoli NBA, i Golden State Warriors mostrano la loro riconoscenza a Stephen Curry, rinnovandolo con un quinquennale record da 201 milioni di dollari.

AGOSTO: LA TRADE DELL’ANNO, SULL’ASSE CLEVELAND-BOSTON

La palma di 'Trade dell'anno' non può non andare all'affare Irving-Thomas (foto da: youtube.com)
La palma di ‘Trade dell’anno’ non può non andare all’affare Irving-Thomas (foto da: youtube.com)

La offseason 2017 vive un’ultima fase davvero esplosiva, con il concretizzarsi di una trade impensabile fino a qualche settimana prima. Sfruttando i malumori di un Kyrie Irving stanco di vivere all’ombra di LeBron James, i Boston Celtics si assicurano le sue prestazioni, spedendo in Ohio un pacchetto che vede Isaiah Thomas come pacchetto pregiato, insieme ai vari Jae Crowder, Ante Zizic e due pick, la prima al Draft 2018 e quella al secondo giro del Draft 2020.

SETTEMBRE: TRACY MCGRADY NELLA HALL OF FAME

Tracy McGrady diventa un Hall of Famer (foto da: youtube.com)
Tracy McGrady diventa un Hall of Famer (foto da: youtube.com)

Tracy McGrady, nome d’arte ‘The Big Sleep‘, uno dei giocatori più amati e talentuosi degli ultimi 20 anni, diventa ufficialmente un immortale, entrando a far parte della Naismith Memorial Basketball Hall of Fame.

OTTOBRE: GORDON HAYWARD, CHE PECCATO!

Gli attimi di poco successivi all'infortunio di Gordon Ahyward, nell'opening night tra Cavs e Celtics (foto da: youtube.com)
Gli attimi di poco successivi all’infortunio di Gordon Ahyward,
nell’opening night tra Cavs e Celtics (foto da: youtube.com)

Un Opening Nightm quello della Quicken Loans Arena di Cleveland, segnato dal terribile infortunio di Gordon Hayward, altro fiore all’occhiello della splendida offseason del GM dei Celtics, Danny Ainge. La partita dell’ex stella degli Utah Jazz dura poco più di 5′, prima di procurarsi, in seguito ad una caduta dopo un tentativo di alley-oop, la frattura della tibia e della caviglia della gamba sinistra.

NOVEMBRE: NBA RISING STARS

Ben Simmons è il favorito per il ROTY 2018. Ma dovrà guardarsi le spalle da una concorrenza estremamente agguerrita (foto da: youtube.com)
Ben Simmons è il favorito per il ROTY 2018. Ma dovrà guardarsi le spalle da una concorrenza estremamente agguerrita (foto da: youtube.com)

Come raramente visto negli ultimi anni, la NBA è ricchissima di giovani talentuosi, già sbocciati o in procinto di farlo. Dei vari Karl-Anthony Towns, Andrew Wiggins, Joel Embiid, Giannis Antetokounmpo, Kristaps Porzingis e Nikola Jokic (giusto per citarne alcuni) si è già detto tanto. Quel che impressiona è la qualità (e per alcuni già la maturità) della classe rookie 2017/18. Ben Simmons sembrava dover fare corsa a sé verso il ROTY 2018, ma la stagione ha svelato altri nomi in grado di insidiarlo, come Jayson Tatum, Kyle Kuzma e Donovan Mitchell, senza dimenticare altri rookie molto interessanti come Lonzo Ball, Lauri Markkanen, De’Aaron Fox e la prima scelta 2017, Markelle Fultz, per ora frenato da problemi fisici. Non c’è che dire, il futuro della Lega è assicurato.

DICEMBRE: MAGIC-ISIAH, PACE FATTA. I LAKERS RITIRANO I NUMERI DEL BLACK MAMBA

Il commovente abbraccio tra Magic Johnson ed Isiah Thomas (foto da: youtube.com)
Il commovente abbraccio tra Magic Johnson ed Isiah Thomas (foto da: youtube.com)

Los Angeles Lakers al centro della scena nel mese di Dicembre, anche se non per i risultati sul parquet. Il President of Basketball Operations, Magic Johnson, è protagonista di uno struggente incontro di riconciliazione con uno dei suoi più grandi rivali, Isiah Thomas, chiedendogli perdono per alcuni episodi passati, su tutti quanto successo prima della spedizione di Barcellona ’92.

L'anno si è chiuso alla grande, con la cerimonia del ritiro dei due iconici numeri che hanno accompagnato la carriera del Black Mamba (foto da: youtube.com)
L’anno si è chiuso alla grande, con la cerimonia del ritiro dei due iconici numeri che hanno accompagnato la carriera del Black Mamba (foto da: youtube.com)

Il 18 Dicembre, infine, tutti gli occhi del mondo erano rivolti verso lo Staples Center, dove i Los Angeles Lakers hanno ritirato i due numeri (8 e 24) simbolo della carriera eccezionale di Kobe Bryant, il Black Mamba. Un tributo meritato, per uno dei Lakers più rappresentativi della storia.

Tutte le foto da: YouTube.

 

Commenta
(Visited 83 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.