Jim Boeheim: "Anthony ad un passo da Chicago, poi restò a New York"

Giorni movimentati per Carmelo Anthony, la stella dei New York Knicks è al centro di molte voci di mercato che lo vedrebbero lontano dalla Grande Mela. Ma una persona vicina al talento di Red Hook ha dichiarato poche ore fa che l’ala grande resterebbe a New York, allontanando di fatto i rumors sulla possibile cessione: si tratta di Jim Boeheim, allenatore della squadra di pallacanestro di Syracuse University che conquistò il campionato NCAA nel 2003 proprio alla guida di Carmelo Anthony. “So che si è promesso ancora ai Knicks, e penso che resterà a New York. Ha ancora dalla sua due o tre anni a grandi livelli, spero gli diano l’aiuto di cui ha bisogno”. Anthony ha una clausola per non essere scambiato nel proprio contratto e sta spingendo fortemente il front office dei Knicks e Phil Jackson per affiancargli nomi degli di nota la prossima estate. Qualcuno all’interno dell’organizzazione Knicks pensa che Melo voglia abbandonare New York qualora l’estate non porti i rinforzi richiesti. Ma Boeheim ha confermato: “Carmelo ama New York e ama essere lì. Vuole vincere con i Knicks e penso che per questo motivo debba essere apprezzato e non criticato”; infine l’allenatore dei Syracuse ha concluso dicendo: “Sarebbe voluto andare a Chicago, era la miglior chance di vincere nel 2014, ma mi disse che ama New York ed è fedele a New York e vuole vedere una squadra vincente a New York. Adesso hanno Phil Jackson che sa come si fa”.
Per inciso Carmelo Anthony nel 2014 è stato ad un passo dai Bulls, ma poi ha firmato per i Knicks un contratto da 5 anni a 124 milioni di dollari.

About The Author

Salvatore Malfitano Classe ’94, napoletano, studente di legge e giornalista. Collaboratore per Il Roma dal 2012 e per gianlucadimarzio.com, direttore di nba24.it e tuttobasket.net. Appassionato di calcio quanto di NBA. L'amore per il basket nasce e rimarrà sempre grazie a Paul Pierce. #StocktonToMalone