Leonard regala al fotofinish il successo ai Raptors, Milwaukee non si ferma più, i Bulls battono Atlanta dopo quattro overtime!

Sette partite ma soprattutto tantissime emozioni nel venerdì sera NBA fra cui spicca senza dubbio l’incredibile ed infinita sfida della Philips Arena di Atlanta, dove gli Hawks padroni di casa ed i Chicago Bulls si danno battaglia per ben quattro tempi supplementari prima che gli ospiti riescano a portare a casa il successo con un incredibile 161-168 finale,  terzo totale più alto di sempre nella storia della lega e record di franchigia per punteggio di una singola partita per entrambe le compagini. Assoluti protagonisti della serata sono stati Trae Young e Zach LaVine che segnano a referto rispettivamente 49 e 47 punti finali, career high per entrambi, e che si caricano per larghi tratti tutto il peso offensivo dei compagni sulle loro spalle prima che gli ultimi decisivi possessi del quarto overtime indirizzassero inerzia e punteggio verso l’Illinois. Non ci sono voluti invece quattro tempi supplementari a Kawhi Leonard (38 pt) per regalare al fotofinish la vittoria ai suoi Raptors, che superano i lanciatissimi Portland Trail Blazers 119-117 grazie ad un jumper dalla linea di fondo della loro stella a 3” dal termine che ha tagliato le gambe alla franchigia dell’Oregon rimasta in partita fino agli sgoccioli sulla scia dei 35 di McCollum e dei 24 di Lillard. Trovano finalmente una W e muovono la classifica i Boston Celtics, reduci da ben quattro stop consecutivi, che ritrovano il sorriso contro i Washington Wizards grazie ad una gran prestazione corale, in cui ben sette giocatori chiudono in doppia cifra e che culmina nel meritato 107-96 finale che costringe invece la franchigia della capitale alla quinta sconfitta nelle ultime sei. Perdono altro terreno nella corsa playoff i Lakers di LeBron James che cadono ancora in casa 120-131 contro i Milwaukee Bucks, sempre più capolista invece ad Est ed alla settima consecutiva che vale la matematica certezza dei playoff con estremo anticipo rispetto a tutti. Decisivo per Antetokounmpo e compagni l’ultimo quarto di gioco e soprattutto gli ultimi 5′ di gara conclusi con un 15-2 che taglia le gambe ai giallo-viola e fa invece volare i ragazzi di Budenholzer, per Los Angeles sconfitta che inevitabilmente fa molto male e che pianta i californiani al decimo posto nella Western Conference. Vince a domicilio Charlotte che espugna il Barclays Center superando i Brooklyn Nets 112-123 grazie ai 25 di Walker e soprattutto ad una decisiva seconda frazione di gioco in cui il parziale di 18-37 degli Hornets ha spianato la strada agli ospiti e difatti scavato il solco decisivo per i newyorchesi che da quel momento non sono stati più capaci di rimettere in piedi la sfida. Vittorie esterne infine sia per New Orleans Pelicans che per Los Angeles Clippers che battono rispettivamente Phoenix Suns 116-130  e Sacramento Kings 109-116 con 19 punti finali di un ottimo Danilo Gallinari.

CHICAGO BULLS @ATLANTA HAWKS 168-161

PORTLAND TRAIL BLAZERS @TORONTO RAPTORS 117-119

WASHINGTON WIZARDS @BOSTON CELTICS 96-107

MILWAUKEE BUCKS @LOS ANGELES LAKERS 131-120

CHARLOTTE HORNETS @BROOKLYN NETS 123-112

NEW ORLEANS PELICANS @PHOENIX SUNS 130-116

LOS ANGELES CLIPPERS @SACRAMENTO KINGS 116-109

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author

Andrea Amato Studente di sociologia, giocatore di pallacanestro, napoletano dalla testa ai piedi ed innamorato dello sport più bello del mondo dal 1994. Devoto a Pete Maravich, ai San Antonio Spurs e alla pizza.