NCAA Finals 2019, Virginia batte Texas Tech all'OT 85-77

Nello scenario dello U.S. Bank Stadium di Milwaukee, gremito da oltre 72 mila spettatori, i Virginia Cavaliers si sono aggiudicati il titolo NCAA 2019, il primo della loro storia. In una finale emozionante e conclusa dopo un overtime per 77-85, Virginia ha avuto la meglio sui Texas Tech Red Raiders, nei quali si è distinto un ottimo Davide Moretti (15+2 reb e 5/10 dal campo in 40′). Dall’altra parte, pur fuori dalle rotazioni per infortunio, Francesco Badocchi diventa il primo italiano di sempre a vincere il titolo a livello collegiale. Spiccano per Virginia le prestazioni di De’Andre Hunter (27+9 reb) e di Kyle Guy (24), eletto Most Outstanding Player del torneo.

L’avvio di partita è contratto, ma sono i Cavaliers a piazzare il primo allungo (7-17 a 9’54” dalla pausa); Texas Tech reagisce prontamente, con un contro-parziale di 12-2, impattando quindi a quota 19 con una bomba di Moretti (7’34” da giocare nel primo tempo). Si prosegue quindi punto a punto, fino alla tripla di Jerome che vale il 29-32 Virginia all’intervallo.

I Cavaliers partono meglio nel secondo tempo, volando sul +9 con la tripla di Guy e i liberi di Hunter e Diakité (29-38 dopo 2’06” di gioco); i Red Raiders accorciano sul -4 grazie a Culver ed alla tripla di Edwards (38-42), ma Virginia accelera nuovamente, portandosi sul +10 con un’altra tripla di Guy (43-53 a 10’23” dal termine). I Texas Tech, però, riescono nuovamente a scuotersi, con un 16-6 culminante nel gioco da tre punti di Odiase (59-59 con 3’28” sul cronometro).

Guy riporta Virginia avanti (61-65 ad 1’45” dalla fine), ma Moretti piazza immediatamente la bomba del -1 (64-65). Seguono un layup di Culver e due liberi di Odiase, e Texas Tech vola sul +3 (68-65 con 22″ da giocare). Ad un passo dal sogno, però, i Red Raiders si distraggono, e concedono la tripla del pareggio dall’angolo a Hunter, su scarico di Jerome (68-68 e 13″ dal termine). Il finale è ancora da giocare: Culver sbaglia la tripla della vittoria; Hunter raccoglie il rimbalzo, ma perde il pallone, concedendo una rimessa in attacco a Texas Tech; c’è 1 secondo da giocare, Culver ci prova, ma viene stoppato da Key. E’ overtime.

L’extra-time si apre con due liberi di Hunter, seguiti da 5 punti in fila di Mooney (73-70 a 3’10” dalla sirena). Da qui in avanti, l’attacco dei Red Raiders si ferma, consentendo ai Cavaliers di piazzare un letale break di 0-11, che chiude la contesa (73-81 con 23″ sul cronometro). A mettere la parola fine sulla finale è Braxton Key, con una schiacciata e due liberi. Vince Virginia 77-85.

TEXAS TECH RED RAIDERS @ VIRGINIA CAVALIERS 77-85 OT

TEXAS TECH (3): Odiase 5, Owens 3, Corprew, Francis 17, Edwards 12, Mooney 10, Moretti 15, Culver 15.

VIRGINIA CAVALIERS (1): Salt, Huff, Diakite 9, Hunter 27, Jerome 16, Guy 24, Key 6 (10 reb), Clark 3.

Commenta
(Visited 69 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.