NBA Preseason 2019, Celtics a segno di misura sugli Hornets. Travolgenti Clippers e Grizzlies

Prosegue la Preseason NBA. Tre le sfide in programma nella notte, delle quali la più interessante si è disputata al TD Garden di Boston tra i Celtics e gli Charlotte Hornets, con Kemba Walker a debuttare quindi davanti al suo nuovo pubblico proprio contro la sua ex squadra. Dopo un primo tempo nel complesso in equilibrio (63-58 Hornets alla pausa lunga), gli ospiti allungano decisamente in avvio di terzo periodo, andando sul +17 grazie ad un break di 17-0 (75-58 a 8’11” dall’ultimo intervallo); la reazione dei ragazzi di coach Stevens è immediata e, al 36′, siamo sul 79-78 Hornets. Nel quarto periodo Boston mette la freccia e, grazie ad una tripla di Javonte Green, arriva anche il +10 (92-102 con 4’05” da giocare); Charlotte prova a reagire, ma finisce 106-107 per i padroni di casa. Jayson Tatum (20) è il top-scorer di serata; il rookie PJ Washington è il migliore negli Hornets (16+7 reb).

Molta meno storia nelle altre due partite. Allo Stan Sheriff Center di Honolulu, Hawaii, i Los Angeles Clippers, ancora privi dei big, hanno rifilato un distacco di 40 punti (87-127) ai cinesi degli Shanghai Sharks. Tutti a referto i 16 giocatori usati da coach Rivers, con Mo Harkless in evidenza (16); negli Sharks, fanno praticamente tutto due vecchie conoscenze come James Nunnally (31) e Donatas Motiejunas (29+13 reb e 4 stl). Al FedEx Forum di Memphis, infine, i Grizzlies abbattono con un +35 (88-123) gli israeliani del Maccabi Haifa, trascinati da Jaren Jackson Jr. (19+8 reb) e da Grayson Allen (18). James Young (31+6 reb) spicca per gli ospiti.

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.