Warriors e Kings mandano ko Bucks e Suns. Bene Celtics, Grizzlies, Clippers e Thunder

Dieci sfide hanno animato la notte NBA, con riflettori puntati in particolare sul Chase Center di San Francisco (dove si sfidavano le ultime due vincitrici) e sul Footprint Center di Phoenix. Dopo un overtime, i Golden State Warriors battono 116-125 i Milwaukee Bucks (privi di Antetokounmpo), fermando la serie di tre ko di fila. Protagonista Stephen Curry (36+6 reb), supportato da Klay Thompson (22) e da Donte DiVincenzo (20+10 reb); lato Bucks, non bastano Khris Middleton (19+5 ast e 4 stl), Brook Lopez (19+7 reb e 5 blk) e Jrue Holiday (18+9 reb e 8 ast). In Arizona colpo esterno dei Sacramento Kings, che superano 128-119 i Phoenix Suns, mandando ben sette giocatori in doppia cifra (i migliori Harrison Barnes (19+6 reb), De’Aaron Fox (18+6 ast) e Malik Monk (18+5 ast)); non evitano il ko ai Suns le prove di Devin Booker (28+8 ast) e di DeAndre Ayton (22+12 reb).

A braccetto con i Kings al secondo posto ad Ovest troviamo i Memphis Grizzlies, che battono 108-112 (25-35 il quarto periodo) al FedEx Forum i Dallas Mavericks, contemporaneamente privi di Luka Doncic e di Kyrie Irving. Desmond Bane (25+8 ast e 7 reb) e David Roddy dalla panchina (24) sono i top-scorer per i padroni di casa; Tim Hardaway Jr. (23+6 reb), Jaden Hardy (22) e Josh Green (21+10 reb) per poco non portavano la W ai texani. Vincono anche i Los Angeles Clippers, a segno per 95-106 alla crypto.com Arena ai danni dei New York Knicks. Un grande Kawhi Leonard (38), spalleggiato da Paul George (22+8 reb e 8 ast), guida alla W la compagine di coach Lue; Immanuel Quicley (26+10 reb) è il migliore tra gli ospiti.

Sempre ad Ovest, importante per la corsa al Play-In il successo esterno (110-96) degli Oklahoma City Thunder sul parquet dello Smoothie King Center di New Orleans. Il solito Shai Gilgeous-Alexander (35+6 reb e 4 stl) è l’MVP di serata, mentre non basta C.J. McCollum (26+8 ast e 7 reb) ai Pelicans. Al 10° posto, mezza partita avanti proprio ad OKC e NOLA, ci sono gli Utah Jazz, stanotte corsari in casa degli Charlotte Hornets. Allo Spectrum Center finisce 119-111, con Talen Horton-Tucker sugli scudi (37+10 ast e 8 reb) e con Simone Fontecchio utilizzato per 14′ (9+4 reb e 1 stl a referto); per i locali spiccano i ventelli di Kelly Oubre Jr. (24+5 reb) e di Terry Rozier (22+8 ast e 6 reb).

Spostiamoci ad Est. I Boston Celtics hanno la meglio in trasferta (134-125) degli Atlanta Hawks e sfruttano lo stop dei Bucks, portandosi a 1.5 partite da loro. I protagonisti alla State Farm Arena sono i soliti Jayson Tatum (34+15 reb e 6 ast) e Jaylen Brown (24+7 ast e 5 reb), con il fattivo contributo in particolare di Derrick White (18+7 ast) e di Malcolm Brogdon (18+5 ast); lato Hawks, non è sufficiente Trae Young (35+13 ast). Il terzo derby della Florida di questa regular season premia stavolta gli Orlando Magic, che battono 114-126 dopo un overtime i Miami Heat, che restano a 3 partite dal 6° posto occupato dai Knicks. All’Amway Center sono sette i giocatori in doppia cifra per i padroni di casa, con Wendell Carter Jr. top-scorer (27+11 reb) e un Paolo Banchero che sfiora la tripla-doppia (17+10 reb e 9 ast); agli Heat non basta un Jimmy Butler in gran serata (38+5 reb), autore tra l’altro della tripla sulla sirena che aveva mandato la sfida all’overtime.

Completiamo il quadro con i successi esterni di Chicago Bulls ed Indiana Pacers, importanti per la corsa al Play-In nella Eastern Conference. I primi, con un quarto conclusivo da 32-16, espugnano per 119-111 il parquet del Toyota Center, casa degli Houston Rockets (20+10 reb per Jabari Smith Jr.), e salgono al 10° posto pur ex-aequo con i Wizards. In evidenza per gli ospiti Zach LaVine (36+9 reb e 5 ast) e DeMar DeRozan (27+6 reb e 5 ast). I secondi, a loro volta, s’impongono 121-115 alla Little Caesars Arena di Detroit contro i Pistons (18 per Isaiah Livers), alla loro 11° L di fila. Spingono i Pacers, a mezza partita dal duo Bulls-Wizards, le prove del trio formato da Jalen Smith (20+9 reb), Isaiah Jackson (19+11 reb) e Andrew Nembhard (19+8 ast).

Di seguito, il riepilogo della notte:

NEW YORK KNICKS (39-30) @ LOS ANGELES CLIPPERS (36-33) 95-106

UTAH JAZZ (33-35) @ CHARLOTTE HORNETS (22-47) 119-111

INDIANA PACERS (31-37) @ DETROIT PISTONS (15-53) 121-115

MIAMI HEAT (36-33) @ ORLANDO MAGIC (28-40) 114-126 OT

BOSTON CELTICS (48-19) @ ATLANTA HAWKS (34-34) 134-125

CHICAGO BULLS (31-36) @ HOUSTON ROCKETS (15-52) 119-111

DALLAS MAVERICKS (34-34) @ MEMPHIS GRIZZLIES (40-26) 108-112

OKLAHOMA CITY THUNDER (32-35) @ NEW ORLEANS PELICANS (32-35) 110-96

MILWAUKEE BUCKS (48-19) @ GOLDEN STATE WARRIORS (35-33) 116-125 OT

SACRAMENTO KINGS (40-26) @ PHOENIX SUNS (37-30) 128-119

About The Author

Salvatore Malfitano Classe ’94, napoletano, studente di legge e giornalista. Collaboratore per Il Roma dal 2012 e per gianlucadimarzio.com, direttore di nba24.it e tuttobasket.net. Appassionato di calcio quanto di NBA. L'amore per il basket nasce e rimarrà sempre grazie a Paul Pierce. #StocktonToMalone