I Suns battono a domicilio i Celtics. Ok Sixers e Blazers, sconfitte per Kings, Jazz e Twolves

Sedici le franchigie in campo nell’ultima nottata NBA, che ha visto prevalere ben poco il fattore campo, con sei successi esterni su otto partite disputate. Il colpaccio più importante è quello dei Phoenix Suns, capaci di espugnare con un 106-94 il parquet del TD Garden di Boston, con un 32-21 di parziale nel quarto conclusivo che stende definitivamente i Celtics di coach Mazzulla, i quali erano rientrati nel terzo periodo dopo una prima fase di match complicata. Sugli scudi per gli ospiti Mikal Bridges (25), supportato dalle doppie-doppie di DeAndre Ayton (14+10 reb e 5 ast) e di Dario Saric (14+13 reb), oltre che dal solito Chris Paul (15+8 ast e 6 reb); lato Boston, non sono sufficienti gli sforzi di Jaylen Brown (27+8 reb), Jayson Tatum (20+6 reb e 5 ast, con un pessimo 3/15 dal campo) e Derrick White (19+5 reb). Sorridono i Philadelphia 76ers, che violano per 137-125 il campo dei San Antonio Spurs, portandosi a due sole vittorie dai Celtics. All’AT&T Center è sempre Joel Embiid a brillare più di tutti (33+10 reb), con l’aiuto prezioso di Tyrese Maxey (25); nei texani, il migliore è Malaki Branham (26).

Corsare stanotte anche Portland Trail Blazers ed Atlanta Hawks. I primi vincono 124-116 alla Capital One Arena di Washington, recuperando un passivo di -20 agli Wizards grazie alle prestazioni dei vari Anfernee Simons (33+6 ast e 5 reb, 20 nel solo terzo quarto), Damian Lillard (29+6 ast), Josh Hart (21+9 reb) e Trendon Watford (21+5 ast). Non bastano ai Capitolini i trentelli di Bradley Beal (34) e Kristaps Porzingis (32+8 reb). Atlanta, a sua volta, la spunta 115-108 alla Vivint Arena di Salt Lake City, casa degli Utah Jazz (Simone Fontecchio ancora una volta non utilizzato). In evidenza nella squadra di coach McMillan Trae Young (27+6 ast) e DeAndre Hunter (26), mentre ai locali non bastano Lauri Markkanen (25+10 reb), Jordan Clarkson (24+5 reb) e Mike Conley (20+8 ast). Al Target Center di Minneapolis, gli Orlando Magic battono 127-120 i Minnesota Timberwolves, in un match caratterizzato da una maxi rissa ad 1’32” dalla fine del terzo periodo e che ha portato all’espulsione di ben cinque giocatori, ovvero Austin Rivers, Jaden McDaniels e Taurean Prince per i padroni di casa, Jalen Suggs e Mo Bamba per i floridiani. Tornando al campo, nonostante una serata complicata per Paolo Banchero (11+8 reb e 4 ast con 3/16 al tiro), a guidare i Magic sono stati Cole Anthony (20+8 reb e 6 ast) e Moritz Wagner (19); ai Twolves non sono invece bastati D’Angelo Russell (29+10 reb e 6 ast) ed Anthony Edwards (19+5 reb e 5 ast).

L’ultima vittoria esterna della notte è stata quella dei Toronto Raptors in casa degli Houston Rockets (117-111). Al Toyota Center i canadesi vengono trascinati da Fred VanVleet (32+5 reb), Gary Trent Jr. (29) e Pascal Siakam (23+6 reb); nei texani, in evidenza il veterano Eric Gordon (28+5 ast), Alperen Sengun (21) e Kenyon Martin Jr. (20+6 reb). Passiamo infine agli unici due successi interni. Alla Gainbridge FieldHouse di Indianapolis, gli Indiana Pacers superano 104-107 i Sacramento Kings, ritrovando la vittoria dopo 4 ko in fila. Buddy Hield (21+10 reb e 6 ast) è il top-scorer di serata nei Pacers, mentre nei californiani i migliori sono stati Harrison Barnes (23+5 reb) e Domantas Sabonis (15+16 reb e 6 ast). Alla Little Caesars Arena di Detroit, quindi, la sfida tra le due peggiori squadre della Eastern Conference (record alla mano) ha visto prevalere i Pistons, che hanno battuto 112-118 gli Charlotte Hornets. I ventelli di Jaden Ivey (24+7 ast), Saddiq Bey (22+8 reb) e Bojan Bogdanovic (21) hanno guidato la squadra di MoTown; LaMelo Ball (23+8 reb+8 ast e 5 stl) e Terry Rozier (23+6 reb) sono stati i migliori per gli ospiti.

Di seguito, il riepilogo della notte:

CHARLOTTE HORNETS (15-39) @ DETROIT PISTONS (14-39) 112-118

SACRAMENTO KINGS (29-22) @ INDIANA PACERS (25-29) 104-107

PORTLAND TRAIL BLAZERS (26-26) @ WASHINGTON WIZARDS (24-27) 124-116

PHOENIX SUNS (28-26) @ BOSTON CELTICS (37-16) 106-94

TORONTO RAPTORS (24-30) @ HOUSTON ROCKETS (13-39) 117-111

ORLANDO MAGIC (21-32) @ MINNESOTA TIMBERWOLVES (28-27) 127-120

PHILADELPHIA 76ERS (34-17) @ SAN ANTONIO SPURS (14-39) 137-125

ATLANTA HAWKS (27-26) @ UTAH JAZZ (27-27) 115-108

About The Author

Salvatore Malfitano Classe ’94, napoletano, studente di legge e giornalista. Collaboratore per Il Roma dal 2012 e per gianlucadimarzio.com, direttore di nba24.it e tuttobasket.net. Appassionato di calcio quanto di NBA. L'amore per il basket nasce e rimarrà sempre grazie a Paul Pierce. #StocktonToMalone